Movimento 5 Stelle: se ne va anche la senatrice Fabiola Anitori

Aumentano i dissidenti tra i parlamentari grillini













Ormai si può parlare di emorragia di parlamentari per il Movimento 5 Stelle, e comincia a essere difficile tenere il conto delle defezioni. Defezioni che negli ultimi giorni si stanno moltiplicando, sull'onda dell'espulsione di Adele Gambaro ma anche della nomina dei nuovi capigruppo Morra e Nuti, che hanno da subito adottato il pugno duro contro i dissidenti.

La nuova transfuga, che al Senato passerà tra i banchi del Gruppo Misto, è Fabiola Anitori. Romana, classe 1962, la cittadina Anitori non era nella lista nera di dissidenti che in questi mesi hanno a volte criticato la linea del Movimento, e per questo la sua decisione è ancora più significativa.

Non riconosco più l'impostazione iniziale del Movimento che è diventato proprio quel 'partito personale' dallo stesso tanto criticato, con un sistema feudale di fedeltà che respinge o espelle chi dissente, chi non si allinea

Ha spiegato in una nota la senatrice, eletta nella circoscrizione Lazio, di professione insegnante e membro della Commissione Istruzione e Beni Culturali di Palazzo Madama.

Ogni tentativo di costruzione di una scelta politica, sulla base del confronto inteso come ricerca di punti di incontro, viene etichettata come tradimento o 'inciucio' e ciò costringe ad un immobilismo ed una stagnazione che non porta da nessuna parte

Sale così a quattro il numero di senatori eletti nel M5S che hanno deciso di passare al Gruppo Misto, oltre a lei Marino Mastrangeli, Adele Gambaro e Paola De Pin. A loro va aggiunta anche Giovanna Mangili, che nominalmente fa ancora parte del gruppo a 5 Stelle ma da "separata in casa" dopo aver annunciato e poi ritirato le dimissioni.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO