L'Italia è salva: l'11 gennaio 2012 torna il Partito socialdemocratico italiano

Dove nulla hanno potuto la manovra Salva Italia e il decreto Cresci Italia sarà un nuovo partito ad intervenire e a risolvere, segnando per l'Italia il risveglio da un lungo sonno politico. L'11 gennaio 2012 rinascerà infatti a Roma, 65 anni esatti dopo la fondazione da parte di Saragat, il Partito socialista democratico italiano.

Una notizia che, veicolata per ora soltanto tramite l'ultima pagina del Riformista - una collocazione che da sola ci permette di comprendere l'ampiezza delle prospettive del nuovo progetto politico - ma che rivoluzionerà il quadro politico e farà scendere le spread a 50, 55 punti al massimo.

Il segretario nazionale, Renato D'Andria, è tornato in sella dopo 4 anni di limbo dovuti a una bizzarra querelle giudiziarioamministrativa in salsa pugliese che ha visto contrapposti Magistro di Bari e Renato D'Andria e si prepara a sommare l'incarico riconquistato alla presidenza della Fondazione Gaetano Salvemini.

La parola d'ordine dell'assemblea rifondativa del Psdi sarà Libertà per l'Italia (un Paese che sembra oppresso da 100 anni di dittatura, visto che tutti ormai si battono per la sua libertà) da conquistare affermando il nostro ruolo nei contesti internazionali, superando i blocchi oligarchici politici e una magistratura sempre più onnipotente, promuovendo le riforme per la giustizia sociale....

Ora che D'Andria resuscita il Psdi - che alle Politiche 2006, al Senato, raccolse ben lo 0,7% - vi sentite più tranquilli, vero?

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO