Datagate, Italia deciderà presto sul caso Snowden

Il Datagate in Italia: Letta su posizioni prudenziali, il Ministro degli Esteri pronto a parlare coi parlamentari.

15.50: l'Italia deciderà presto sul caso Snowden (il che significa sulla risposta alla richiesta d'asilo). Il flash è dell'Ansa.
Dubitiamo, francamente, che il nostro paese possa concedere asilo politico all'ex tecnico della NSA.

Secondo fonti della Farnesina citate dall'Ansa, Snowden, per poter richiedere asilo, dovrebbe trovarsi sul territorio del nostro Paese. La richiesta, invece, è giunta via fax (il che, vista la situazione di Snowden, praticamente un apolide, è assolutamente ovvio).

15.04: Paolo Ferrero ha chiesto che

«Il governo italiano conceda immediatamente l'asilo politico a Edward Snowden, che viene perseguitato dagli USA perché ha svelato le azioni illegali del governo statunitense in materia di spionaggio di stati e cittadini».

14.45: Giampiero Massolo, direttore del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, ha riferito al Copasir:

«Non c'è stato nessun passaggio illegale dalle nostre strutture agli Stati Uniti. Tutto è avvenuto secondo le norme. Non c'è nessun Grande fratello illegale»

ha dichiarato il capo dei servizi alla commissione.

Emma Bonino riferirà sul Datagate

2 luglio 2013: il Datagate è ancora fra gli argomenti del giorno anche in Italia, anche se di fatto si tratta di un'evoluzione di ECHELON e di programmi ben noti.

Il Ministro degli Esteri Emma Bonino ha fatto sapere che domani riferirà alle Commissioni di Camera e Senato in merito al programma di controllo delle comunicazioni mondiali messo in piedi dagli USA e dal Regno Unito (secondo alcuni anche con il benestare di parecchi paesi europei, fra cui anche il nostro Paese, anche se la voce non è stata affatto confermata).

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO