Bobo Maroni fa il ... "bobi". Con Bossi finisce a tarallucci e grappini

Contrordine, padani! Tutto a posto nella Lega democratica: nessun dissidio, piccole incomprensioni per colpa dei soliti incendiari al soldo dei comunisti, fra Bossi e Maroni manca solo il bacio alla Leonid Breznev sotto le mura del Cremlino.

Gongola l'ex ministro dell'Interno, Roberto Maroni, per … l’inattesa e fausta presenza del Senatur alla manifestazione di ieri sera - organizzata a Varese dai suoi fedelissimi come risposta alla 'fatwa' decretata dagli oppositori interni - "Una gradita sorpresa"- ha detto Bobo sorridendo. Aggiungendo che il grande capo del Carroccio "è voluto venire per dimostrare il legame indissolubile che ci lega, dimostrato anche platealmente con un abbraccio e che queste brutte vicende che si sono fortunatamente risolte grazie all'affetto straordinario dei militanti non sono nate da lui".

L'ex responsabile del Viminale ha aggiunto, durante la visita alla fiera Festivity, che quella di ieri è stata "una serata molto importante sul piano personale, umano, affettivo, ma anche politico. Tutti i militanti hanno chiesto alcune cose con boati, hanno chiesto di andare ai congressi e Bossi ha detto alla fine che ci saranno i congressi nazionali". Bravi? Sì, inimitabili nella loro faccia di tolla.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO