Elezioni Germania: Merkel "Voglio continuare a fare il cancelliere"

"Mi piace fare il cancelliere, voglio continuare a farlo per tutta la prossima legislatura perché ci sono ancora molte sfide davanti a noi".

Lunga intervista del cancelliere tedesco

"Mi piace fare il cancelliere, voglio continuare a farlo per tutta la prossima legislatura perché ci sono ancora molte sfide davanti a noi". Angela Merkel, in un'intervista all'agenzia Dpa, rassicura i sostenitori del suo partito in vista delle elezioni che in Germania si terranno tra poco più di due mesi, a settembre. Lei sarà in prima fila. Come sempre.

Le sfide da portare avanti sono tante, appunto. Soprattutto per un Paese come quello tedesco che sbuffa proprio come una locomotiva. Una delle battaglie riguarda l'Europa: "Non credo che qualche Stato rischi di uscire dall'euro a causa della crisi economica. Tutti dobbiamo migliorare insieme, ma per questo abbiamo bisogno di unità europea". Nessuno si tiri indietro, insomma. Dalle proprie responsabilità, prima di tutto.

Angela Merkel si dice poi d'accordo con la decisione presa a Bruxelles di concedere più tempo e possibilità di manovra a Paesi come Grecia e Portogallo che stanno cercando di ridurre deficit e debito: "Ogni Stato, in Europa, deve affrontare il problema di come intende in futuro incoraggiare la crescita e la prosperità". I conti in ordine, dunque, non bastano per la lady di ferro teutonica. Ancora sull'Euro: "Ho sempre detto che la crisi del debito europeo non sarà superata con un singolo colpo, ma in un lungo processo che prevede molti passi e misure. Abbiamo fatto buoni progressi in proposito, ma come prima ci sono ancora molti problemi da risolvere".

Datagate: "Se le recenti notizie dei media sono accurate, sarebbe un fatto serio, perché ad esempio le cimici nelle ambasciate e negli uffici dell'Ue sono inaccettabili. Molte questioni restano aperte. Ci batteremo per rispondere ad esse una volta che avremo chiarezza e tutto ciò che potrà essere reso pubblico, in relazione agli obblighi di riservatezza, sarà reso pubblico".

Con gli Stati Uniti, e con il presidente Barack Obama in particolare, c'è stato il colloquio di Berlino, ma anche una telefonata mercoledì scorso: "Abbiamo concordato entrambi che i nostri servizi di intelligence e i pertinenti ministri discuteranno la questione in dettaglio a Washington la prossima settimana. La mia massima priorità è proteggere i cittadini tedeschi. Tutti gli interventi in questo campo devono però essere in accordo con il principio della proporzione e nella cornice della legge".

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO