Parigi, misterioso tentativo di sequestro ai danni di un generale egiziano

Due uomini fermati per il tentato rapimento di El-Beltagy.

Mentre l'Egitto vive ore caldissime, con l'ultima inattesa nomina non confermata di El Baradei, Parigi, ben lontana dal clamore delle piazze orientali, è stata testimone di un tentativo di sequestro piuttosto misterioso. Si tratta infatti dell'atto che si sarebbe consumato ieri, nella mattinata di sabato 6 luglio 2013, e per il quale due uomini sono stati posti in stato di fermo presso la brigata criminale della capitale francese. La vittima El-Beltagy, 61 anni, generale in pensione dell'esercito egiziano, che rinvia a Mohamed El-Beltagy, segretario generale del partito Libertà e Giustizia, braccio armato dei Fratelli Mussulmani in Egitto che solo qualche giorno fa aveva denunciato il colpo di stato contro Morsi e lanciato l'appello al martirio, sarebbe stata attaccata dai sospetti, uno dei quali connazionale dell'ex-gerarca, che si sarebbero spacciati per fattorini presentandosi alla porta del suo appartamento nel XV° arrondissement. Cosparso di gas lacrimogeno e forzato a lasciare a piedi l'edificio, El-Beltagy sarebbe stato salvato dalla prontezza di riflessi di un familiare presente al momento dei fatti che avrebbe immediatamente avvertito alcuni agenti in zona.
Interpellati dalla polizia i due sospetti rapitori restano in stato di fermo anche se, fonti citate da Le Parisien, affermano che:

Per il momento niente permette di legare tale tentativo di sequestro alla situazione in Egitto.

Un'affermazione che potrebbe cambiare a breve.

Foto by ASMAA WAGUIH/AFP/Getty Images. Tutti i diritti riservati.

Via | leparisien.fr

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO