Le primarie per il segretario del Pd il 15 dicembre. Matteo Renzi si candida o no?

Inizia a delinearsi la road map per arrivare alle primarie per la segreteria. Adesso tutti attendono di capire che farà il sindaco di Firenze, ma ci vorrà ancora un po' di pazienza.

La data per le primarie che decideranno il prossimo segretario del Partito Democratico è stata decisa (anche se non è ancora ufficiale): saranno il 15 dicembre. E se le regole definitive ancora non sono state decise, ecco che si comincia a capire come il Pd ha deciso di gestire una situazione che - soprattutto per la questione Matteo Renzi - si stava facendo parecchio delicata: le primarie saranno aperte a tutti e non limitate ai soli iscritti (come vuole il sindaco di Firenze); mentre non ci sarà più l'automatismo tra segretario e candidato Pd alla premiership.

Una soluzione di compromesso, quindi: l'automatismo che era stato derogato proprio per andare incontro a Renzi quando il segretario era Bersani (e che adesso Renzi vorrebbe indietro) viene abolito, ma allo stesso tempo non ci sarà la distinzione definitiva tra segretario e candidato premier che avrebbe messo i bastoni tra le ruote a chi, come il rottamatore, vuole candidarsi alla guida del partito solo in funzione Palazzo Chigi.

E adesso che farà Renzi? Le candidature per la segreteria si dovranno presentare a settembre, quindi c'è ancora un po' di tempo per pensarci su. Qualche mese di tempo che il sindaco sfrutterà appieno. Per capire come si evolve la situazione del governo Letta (più dura, meno a Renzi conviene candidarsi), ma anche per iniziare a commissionare i sondaggi su di lui (che tanto saranno più che positivi).

È abbastanza evidente che però se le regole saranno queste, Renzi dovrà rimangiarsi la promessa di ricandidarsi a sindaco (anche per non rischiare di trovarsi le comunali sovrapposte alla corsa nazionale del Pd) e correre per la segreteria per poi gestire le primarie da una posizione di forza. Che poi è quanto gli chiedono gli amministratori locali della sua "corrente", che costituiscono la base della sua campagna.

Ma prima di tutto questo, ci saranno i tanti passaggi che precedono le primarie: oggi e giovedì la commissione congressuale deciderà la road map che porterà alle elezioni di partito. In linea di massima si pensa che il 10 ottobre inizieranno i congressi di circolo e provinciali e a novembre ci sarà l'inizio della campagna per le primarie. Chi saranno i candidati? Di Renzi abbiamo detto, Pippo Civati ha ufficializzato la sua candidatura, come Gianni Cuperlo, si attende ancora di capire che faranno Stefano Fassina e Guglielmo Epifani.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO