Crisi di governo: Berlusconi convoca i suoi a Palazzo Grazioli

Stato maggiore del Pdl convocato per decidere la strategia. Enrico Letta è appeso a un filo.

Per il momento la crisi di governo è stata fermata, ma che nell'aria ci sia la possibilità che l'esecutivo guidato da Enrico Letta non superi l'estate è un dato di fatto. Un'altra conferma arriva dal fatto che Silvio Berlusconi è sbarcato a Roma per convocare lo stato maggiore del Popolo delle Libertà a Palazzo Grazioli, alle 16. Una riunione che ha lo scopo di definire la strategia da seguire dopo la decisione della Corte di Cassazione di emettere il giudizio definitivo sul Processo Mediaset il 30 luglio (anche se c'è la possibilità che la sentenza venga rinviata).

Parlare di strategia, nel Pdl, in questo momento significa solo una cosa: decidere se staccare la spina al governo o meno. Sulla questione tutti coloro che in questo governo sono più o meno direttamente coinvolti stanno dando vita a una ridda di voci che dicono tutto e il contrario di tutto, confermando solo che Enrico Letta è appeso un filo. A dare il via alla sequenza è Renato Schifani: "Mi sembra difficile che un partito reso acefalo possa continuare la sua esperienza di governo". E quindi, se Berlusconi viene condannato crolla il castello di carte su cui si reggono le larghe intese. Non una previsione così difficile.

C'è però chi ancora si ostina a recitare il mantra del "destino di Berlusconi e del governo separati", come fa il ministro per gli Affari Europei, Moavero: "I segnali espliciti che riceviamo sono tutti nel senso di garantire al governo una solidità. Sarà assolutamente il governo Letta a presiedere il semestre italiano di presidenza Ue". Certezze che si schiantano contro ogni logica, ma che sono abbastanza di routine.

Anche il capogruppo al Senato del Pd, Zanda, dice la sua, offrendo una terza chiave di lettura: "Se tutti pensiamo all'Italia,i problemi del Paese si possono risolvere e il governo può andare avanti. Se però non si pensa al Paese, se una parte del Parlamento e del sistema politico non pensa al Paese, allora la questione si può complicare". Più complicata di così?

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO