Alexei Navalny: il blogger anti Putin condannato a cinque anni

"Una sentenza decisa da Vladimir Putin in persona", ha detto il candidato a sindaco di Mosca.

Si parla già di "sentenza decisa dal Cremlino" e non è difficile immaginare il perché: Alexei Navalny, 37 anni, è stato condannato a cinque anni di reclusione dal Tribunale di Kirov. Per il "blogger anti Putin" e oppositore politico l'accusa era di furto di legname, per la precisione di aver venduto sotto costo partite di legname per un valore di 380mila euro, mentre era governatore locale della regione di Kirov.

Le sue manovre avrebbero recato danni alla società statale Kirovles, ma secondo il blogger si tratta di "accuse prefabbricate per mettermi fuori gioco e vendicarsi contro di me. La sentenza è stata dettata da Vladimir Putin in persona". E in effetti non sarebbe la prima volta che lo zar di Mosca viene accusato di eliminare politicamente i suoi avversari politici ed economici per via legale.

La pena massima prevista era di dieci anni, il pm ne aveva chiesti sei ai quali aggiungere un milione di rubli (circa 25mila euro). La difesa ha chiesto, inutilmente, la piena assoluzione. La sentenza è stata anche vista con preoccupazione dall'Alto rappresentante della Ue per la politica estera e la sicurezza Catherine Ashton, che spiegato come la sentenza sollevi "seri interrogativi sulla situazione dello stato di diritto in Russia".

Navalny aveva appena visto ammessa, a sorpresa, la sua candidatura a sindaco di Mosca nelle elezioni comunali che si terranno il prossimo 9 settembre. Adesso la sua corsa a sindaco è appesa a un filo: se la sentenza diventerà esecutiva prima delle elezioni scatterà l'interdizione, mentre parte del suo staff gli chiedi di ritirare la candidatura.

Durante tutto il processo Navalny è rimasto incollato al suo iPhone lanciando messaggi su Twitter. Dopo la lettura della sentenza ha scritto: "Va bene, non vi annoiate senza di me, e soprattutto non fate i pigri, il rospo non salterà giù dal tubo del petrolio da solo", dopodiché è stato portato in manette al carcere di Kirov.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO