Firmato il Fiscal Compact: un vincolo per i governi a venire

Firmato il Fiscal Compact

Rispetto a quel che avevamo diffuso tempo fa, quando ancora la notizia non era "notiziabile" (la bozza del fiscal compact tradotta, prima parte, seconda parte), il fiscal compact non presenta molte differenze sostanziali. Sostanzialmente, gli stati firmatari (25. Fuori il Regno Unito e la Repubblica Ceca, come annunciato) si impegnano a:

- avere bilanci pubblici in equilibrio (o positivi) al netto del ciclo economico, con un deficit strutturale che non deve superare lo 0,5% del Pil (o l'1%, se i Paesi hanno un debito pubblico inferiore al 60% del PIL);
- se non si raggiungono gli obiettivi di cui sopra, vengono applicate correzioni automatiche;
- inserimento della regola del pareggio di bilancio in costituzione (uno dei cavalli di battaglia dell'era Tremonti) o in altri tipi di leggi vincolanti (alcuni Stati, infatti, hanno evidenziato che questo tipo di vincolo in Costituzione avrebbe potuto richiedere un referendum. E non pare proprio che lo spirito del fiscal compact sia quello di consultare i cittadini)
- se non trasferiranno in leggi nazionali gli obblighi ratificati dal trattato, gli Stati firmatari potranno essere deferiti alla Corte europea e incorrere in una sanzione pari allo 0,1% del Pil di quello Stato;
- il debito pubblico va mantenuto al di sotto del 3% del Pil: in caso contrario, ci saranno sanzioni semi-automatiche;
- sono previsti due vertici l'anno;
- il trattato intergovernativo entrerà in vigore quando sarà stato ratificato da almeno 12 dei Paesi interessati;
- come paventato, rimane in vigore la regola della riduzione di 1/20 all'anno del rapporto debito pubblico-PIL, per i paesi il cui rapporto ecceda il 60%. Il che significa, a naso, parecchie manovre lacrime e sangue per l'Italia, checché ne dica il governo dei tecnici.

Il tutto, inoltre, sancisce definitivamente la supremazia dell'economia e della finanza sulla politica, in quanto si tratta di un vincolo che impegnerà, senza possibilità di scampo, i governi a venire.
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO