Banane contro il ministro Kyenge alla festa del Pd di Cervia

Lancio di banane contro il ministro alla festa Pd. Sempre a Cervia manichini insanguinati contro lo ius soli, rivendicati da Forza Nuova

Altre polemiche

Non bastavano le esternazioni dei leghisti Giuseppe Calderoli e Mario Borghezio, ora sul ministro Cecile Kyenge arriva anche un lancio di banane da parte di una persona, non ancora identificata, alla festa del Pd di Cervia. Non è stata l’unica contestazione al ministro dell’Integrazione visto che alcuni manichini vestiti con giubbotti scuri e jeans, imbrattati sul petto di vernice rosso sangue erano stati abbandonati nella centrale piazza dei Salinari. La macabra installazione era stata corredata da cartelli e volantini con la scritta “L’immigrazione uccide – No ius soli”.

Nella rivendicazione del gesto, Forza Nuova ha scritto che

tutelare l'identità italiana deve essere di primario interesse, in quanto essa rappresenta la forza da cui trae linfa la vita stessa del nostro popolo.



I carabinieri avrebbero già identificato i sei autori della protesta, mentre il Pd ha espresso “assoluto sdegno” per l’atto di intimidazione realizzato dagli estremisti di destra.

Per quanto riguarda il lancio di banane, i frutti scagliati dal pubblico non hanno raggiunto il palco ricadendo tra la prima e la seconda fila. Con la consueta compostezza il ministro Kyenge si è limitata a giudicare il gesto come “uno schiaffo alla povertà” e “uno spreco di cibo”.

Oltre all’episodio del lancio non ci sono state altre proteste, a parte un leggero dissenso durante alcuni passaggi durante l'intervento di Kyenge sul tema dell’immigrazione.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO