Elezioni in Mali: tanta confusione, ma votazioni regolari - VIDEO

Confusione generale nel Mali, alle prime elezioni dopo il colpo di stato dello scorso anno. Migliaia di elettori non comparivano infatti nelle liste.


Confusione generale nel Mali, alle prime elezioni dopo il colpo di stato dello scorso anno. Migliaia di elettori non comparivano infatti nelle liste. In totale, 6,8 milioni gli aventi diritto che hanno scelto il nuovo presidentee tra i 27 candidati. Ieri, infatti, si sono chiuse le urne e - nonostante i disguidi - il voto si è svolto regolarmente.

John Kufour, presidente del gruppo d'osservazione per le elezioni della Comunità economica degli Stati dell'Africa Occidentale (Ecowas) ed ex presidente del Ghana, ha affermato a Bamako che le elezioni in Mali si sono svolte senza intoppi. Nel primo giro di votazioni, ha aggiunto Kufour, "non si sono verificati casi di broglio elettorale".

Soddisfazione è stata espressa pure dal presidente francese, François Hollande, che in una dichiarazione si è congratulato per lo svolgimento regolare delle elezioni libere. "La mobilitazione è stata buona e non ci sono stati incidenti di rilievo" ha fatto sapere il numero uno dell'Eliseo. Hollande ha aggiunto: "Questa tornata elettorale segna il ritorno del Mali all'ordine costituzionale, dopo la vittoria sui terroristi e la liberazione del territorio".

Parigi era intervenuta anche militarmente a causa della crisi iniziata nel gennaio del 2012, che a marzo ha visto la deposizione del presidente Amadou Toumani Touré. Non ci sono ancora risultati ufficiali sul voto (curiosità: tra i 27 candidati c'è solo una donna), ma secondo la stampa locale sarebbe in netto vantaggio l'ex primo ministro Ibrahim Boubacar Keïta (69 anni), leader del partito Assemblea per il Mali.

Confusione, ma voto regolare

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO