Il figlio di Provenzano: "Sono fiero di mio padre" [VIDEO]

"Sono fiero di mio padre", Angelo Provenzano, figlio del boss di Cosa Nostra latitante per quaranta anni non rinnega papà. Anche se il suo curriculum è completamente diverso: ha studiato da geometra, lavora nel settore vinicolo e soprattutto è incensurato.

Intervistato dall’inviata di Servizio Pubblico, Dina Lauricella, Provenzano jr racconta: "La verità processuale dice che mio padre è stato il capo di Cosa Nostra. Certo, a pensare che oggi, a distanza di 20 anni dalle stragi, sui giornali si sta parlando di revisione dei processi viene da pensare che dobbiamo riscrivere qualche verità. In questi anni mi sono cimentato nello studio delle cose, per esempio mi sono imbattuto nella strage di Portella della Ginestra, dopo 50 anni scopriamo, forse, che non è stata opera di un bandito, Salvatore Giuliano, ma di un pezzo dell’esercito italiano”.

E le verità non possono basarsi sulla parola data dai collaboratori di giustizia, visto che "è un’anomalia tutta italiana questa dei collaboratori di giustizia. Ma stiamo parlando di uomini e si possono dare anche delle indicazioni sbagliate. In ogni cosa in cui c’è l’uomo c’è la possibilità dello sbaglio". Qualche parola anche su Falcone e Borsellino: "Due vittime immolate sull’altare della patria. Sono due vittime della violenza”.

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO