Spari a Palazzo Chigi, il pm chiede il giudizio immediato

Il pm chiede il giudizio immediato per Luigi Preiti, l'attentatore di piazza Colonna

Il procuratore aggiunto Roma Pierfilippo Laviani ha chiesto il giudizio immediato per Luigi Preiti, l'uomo che il giorno del giuramento del governo Letta al Quirinale sparo e ferì gravemente un carabiniere a piazza Colonna, quasi davanti l'ingresso di palazzo Chigi.

Preiti, che deve rispondere delle accuse di quadruplice tentato omicidio, detenzione, porto e ricettazione di arma da fuoco, si trova nel carcere romano di Rebibbia dal giorno del fattaccio, quando sparò a quattro carabinieri colpendo in maniera grave il brigadiere Giuseppe Giangrande.

Secondo il procuratore capo Giuseppe Pignatone, l'aggiunto Pierfilippo Laviani e il pm Antonella Nespola gli elementi raccolti a danno di Preiti permettono la formalizzazione della richiesta di giudizio immediato, saltando quindi l'udienza preliminare. Gli inquirenti hanno passato al setaccio gli ultimi due anni di telefonate di Preiti per cercare di capire se potesse avere mai avuto contatti, e di che tipo, con la criminalità organizzata, non giungendo tuttavia a nulla: il 46enne infatti, chiuso e riservato, utilizzerebbe le sue utenze solo per parlare con una stretta cerchia di familiari ed amici.

L'analisi della pistola calibro 7.65 invece non ha prodotto elementi utili a stabilirne la provenienza nè se avesse sparato prima di allora

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO