Caso Kazakistan, arrestato a Cannes Mukhtar Ablyazov

Il dissidente kazako Mukhtar Ablyazov, attorno al quale ruota tutto il clamoroso caso del sequestro e del rimpatrio forzato della moglie Alma Shalabayeva da Roma ad Astana, è stato arrestato

Secondo quanto riportato dal Financial Times il magnate-dissidente kazako Mukhtar Ablyazov è stato arrestato a Cannes, in Francia: sarebbe stato fermato dalle forze speciali francesi dopo che la Russia ne aveva richiesto l’estradizione.

La notizia è stata riferita dall'avvocato di Ablyazov al Financial Times, che ha inoltre confermato come la Russia abbia chiesto alle autorità francesi l'estradizione del magnate-dissidente kazako. Anche il figlio del dissidente avrebbe confermato la notizia, chiedendo di fermare la procedura di estradizione.

C'è forse spazio per un altro piccolo giallo sulla vicenda: interpellata dall'Ansa la procura di Grasse, nel sud della Francia, ha negato di aver tratto in arresto l'uomo e, anzi, di non sapere nulla della vicenda. Il commissariato di polizia di Cannes (citato da laRepubblica) ha precisato:

"Non è da noi e non è stato arrestato da noi. È un errore, non abbiamo notizia di una persona kazaka arrestata a Cannes."

Questa mattina è invece giunta la notizia del rientro in Italia dell'ambasciatore kazako; il ministro degli Esteri Emma Bonino, in chiusura della sua audizione dinanzi alle Commissioni Esteri di Camera e Senato, ha confermato la sua ferma intenzione a non incontrarlo:

"E’ arrivata stamane una nota verbale dall’ambasciata kazaka che annuncia il rientro in Italia dell’ambasciatore. Il diplomatico ha chiesto un incontro con i presidenti delle due Commissioni parlamentari, Pieferdinando Casini e Fabrizio Chicchitto. Ma al momento attuale non ritengo opportuno ricevere l’ambasciatore a livello politico."

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO