Classifica dei sindaci: De Magistris il più amato


Poco centro-destra, tanto Pd e nessuna donna. La classifica dei sindaci più amati d'Italia premia la sinistra, che nella top ten dei sindaci ne piazza nove. Al primo posto Luigi De Magistris, che - quasi un anno dopo la "rivoluzione arancione" che portò l'ex magistrato a diventare primo cittadino di Napoli e Pisapia di Milano - conquista il primo posto con il 69,8% del gradimento. Una percentuale alta, e che fa ancora più rumore se messa a confronto con il risultato ottenuto proprio da Pisapia, che non entra neanche nella classifica dei 47 sindaci che superano il 55% del consenso, fermandosi al 52,4.

Dall'Italia dei Valori di De Magistris al ribelle della Lega Nord Flavio Tosi, i due partiti anti-Monti conquistano le primissime posizione. Il sindaco di Verona Tosi mantiene un alto 66,1%, ma è in calo di un punto e mezzo rispetto alla precedente rilevazione. Unico sindaco di centro-destra nella top ten, Tosi conferma anche la vulgata che vuole gli uomini della Lega molto capaci come amministratori locali. Sul gradino più basso del podio, il primo sindaco "istituzionale": Piero Fassino del Pd, che deve avere sostituito degnamente il suo predecessore Chiamparino visto che l'ultimo segretario dei Ds, pur perdendo quasi 4 punti, conquista il 64,8% dei gradimenti. Massimo Zedda a Cagliari (63,9) e Vincenzo De Luca a Salerno (63,5%) completano il terzetto di sindaci del Pd nelle primissime posizioni.

Più in generale, si nota come nelle prime dieci posizioni non ci siano sindaci donna, e come ben nove su dieci appartengano all'area del centro-sinistra. In totale sui 47 sindaci che superano il 55%, 31 sono di centrosinistra e 16 di centrodestra. 22 amministrano comuni del nord, 11 del centro, 14 del sud. Curioso anche come il sindaco di Bari, Michele Emiliano, raggiunga l'ottava piazza con il 61,9%, anche se probabilmente la rilevazione è precedente agli ultimi avvenimenti. Dopo il salto la top ten e la classifica per aree metropolitane.


Ragionando invece per aree metropolitane, in testa rimane ovviamente De Magistris, seguito da Fassino. Michele Emiliano sale al terzo posto e al quarto posto finalmente appare il primo sindaco del Pdl: Gianni Alemanno (57%). Non troppo scalfito, quindi, dalle polemiche sulla neve e sull'aumento della criminalità della Capitale, Alemanno supera il rottamatore del Pd Matteo Renzi (54,2%). In sesta posizione Virgilio Merola (Bologna, Pd) con il 53,7%; al settimo Giorgio Orsoni (Venezia, Pd) con il 52,5% seguito da Giuliano Pisapia (Milano, Sel) con il 52,4%. Chiude Marta Vincenzi (Genova, Pd) con il 50,3%. Su nove sindaci, due sono di Sel , uno del Pdl e sei del Pd. Forse è il caso di far vincere le primarie per il sindaco anche anche ai democratici.

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO