Riforma del lavoro: il live twitting dalla Sala Verde


Nuovo incontro tra il Governo e le parti sociali: dopo la riunione di Martedì ecco che Monti torna a sedersi attorno a un tavolo con la Confindustria e i sindacati per discutere della riforma del lavoro. Anche questa volta il profilo twitter della CGIL sta "cinguettando" dalla Sala Verde di Palazzo Chigi. La foto che vedete è tratta proprio dal profilo CGIL: notate come, questa volta, si sia voluta evitare la polemica con i fotoreporter; non c'è più una foto "rubata" dall'interno della Sala, ma un'innocua immagine della Camusso che si appresta a salire in macchina per recarsi a Palazzo Chigi.

Monti ha detto: "'Oggi non si ritorna sulla flessibilità in uscita (ovvero sull'articolo 18), domani l'intera riforma sarà presentata al Consiglio dei Ministri'.

Seguiteci dopo il salto per gli aggiornamenti in diretta.

Monti vuole rassicurare tutti sull'articolo 18, aggiungendo che in merito ai licenziamenti economici ci sarà una 'formulazione' per evitare gli abusi.

Il Presidente del Consiglio si vuole impegnare affinchè non ci sia il rischio che il binario dei licenziamenti per motivi economici possa essere usato per mascherare un licenziamento discriminatorio.

Tocca al Ministro Fornero parlare di "flessibilità in entrata".

Intanto, Di Pietro attacca duramente Monti: La riforma dell'articolo 18 proposta dal governo e' ''l'atto arrogante di prepotenza del nuovo padrone, sobrio, ma sempre padrone. Monti che fa Berlusconi o fa un passo indietro ''con umiltà" o deve fare le valigie e andare a casa''.

Dietrofront della CISL sull'articolo 18: cambiamo la riforma.

Il Ministro Fornero ha chiesto "un contributo sulla totalità della riforma'" durante l'illustrazione delle norme sui contratti. In altre parole: se vi opponete alle norme sull'articolo 18 e basta, senza proporre altro, state sbagliando.

Il Ministro ha aggiunto: in merito alla flessibilità dei contratti CoCoPro, alle Partite Iva e al lavoro committente e somministrato ci saranno restrizioni per evitare abusi. Twit fresco fresco del profilo della CISL.

Sandro Ruotolo, sulla propria pagina facebook, ha scritto: "Piacerà alla maggioranza del paese ma il governo di Mario Monti esprime gli interessi di una destra liberista. Perchè devono essere sempre i deboli a pagare la crisi?" Che ne dite?

Il governo ha confermato che non ci sarà il reintegro per i licenziamenti economici, sarà disponibile solo l'indennizzo.

Il Ministro Fornero ha appena annunciato che ci saranno restrizioni anche sulle partite Iva in monocommittenza. Ha anche confermato che la parte della riforma riguardante la flessibilità in uscita sarà presentata domani al CdM.

Intanto, sotto Palazzo Chigi, alcuni precari vogliono consegnare alla Fornero dei pacchi, visto che secondo loro la riforma del lavoro è "una paccata di bugie".

È il momento dei sindacati. Aspettiamo di conoscere le loro parole. La CGIl confermerà il proprio no?

Novità importanti: Monti ha lasciato il vertice e si va verso la legge delega sul lavoro, anche se la decisione finale sarà presa al Consiglio dei Ministri di domani.

Ecco la proposta di Bonanni: "se emergono motivi diversi da quelli economici discriminazioni abusi o motivi disciplinari giudice annulla licenziamento."

Il Ministro Fornero: a breve si dovrebbe riaprire un confronto tra Governo e sindacati sul nodo esodati.

Polemiche tra CGIL e CISL. Il profilo della CGIL ha appena twittato: "Ma Bonanni a quale tavolo siede? Qui al tavolo non si è mai parlato di Art18". E ancora, secondo twit dedicato al segretario della CISL: "su @CislNazionale e sulle agenzie si legge che Bonanni ha avanzato proposte su Art18 ma qui invece si sta parlando di tutt'altro".

Il profilo CGIL non molla: Monti è rimasto al tavolo delle trattative solo pochi minuti, come ha fatto Bonanni a parlare dell'articolo 18 con il Premier visto che Monti se n'era già andato?

L'incontro è terminato. Si aspetta il Ministro Fornero in sala stampa.

Grazie per aver seguito la nostra diretta!

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO