Orlando si candida a Palermo. Ma non aveva detto che?


Aveva detto: "Ve lo dico anche in aramaico, non mi candido". E invece Leoluca Orlando si candida a sindaco di Palermo, contro l'ex pupillo Ferrandelli, contro il Pd, contro Sel e rischiando di stracciare una volta per tutte la foto di Vasto. E' l'ennesima giravolta dell'ex sindaco, che negli ultimi mesi ha annunciato tutto e il contrario di tutto. Non rimediandoci una gran figura.

Dicembre 2011. Orlando ci sta pensando seriamente: "Il Pd ha detto che vuole andare al voto con il Terzo Polo. Quindi mi candido io a sindaco di Palermo, almeno fino a quando non si troverà un altro candidato. Farò come De Magistris".

Febbraio 2012. Forse perché la sua possibile candidatura non è stata salutata con grandi entusiasmi, Orlando decide che non è il caso di scendere in campo. E lo fa con una battuta: "Sono candidato a sindaco, ma con il nome di Rita Borsellino. Credo che due storie come quella mia e di Rita debbano necessariamente unirsi per amore della città. Sono felice di aver finalmente raggiunto questa unità e ancor più di sostenere Rita Borsellino in questa competizione elettorale. Perché Rita Borsellino sarà il sindaco di Palermo".

12 marzo 2012. La storia è nota: la Borsellino perde e con lei la linea dell'alleanze solo a sinistra. Vince l'ex pupillo di Orlando, Ferrandelli, che vuole ottenere l'appoggio del Terzo Polo. L'ex sindaco di Palermo è furioso, ma non cambia la linea. Quella di febbraio, non quella di dicembre: "Non mi candido, l’ho detto in lingua aramaica ma anche in lingua fenicia, scelga lei quale preferisce tra i due alfabeti più antichi del mondo. on ci sentiamo vincolati ai risultati di primarie inquinate e continuiamo a sostenere Rita Borsellino".

22 marzo 2012. Niente da fare, la Borsellino conferma per l'ennesima volta di voler accettare, anche se con molte perplessità, il risultato delle primarie e non intende candidarsi da sola. Orlando o non Orlando. A questo punto non resta che una scelta possibile, fare quello che tutti si aspettavano fin dall'inizio: cambiare nuovamente idea e candidarsi per l'ennesima volta a sindaco di Palermo. Un'altra giravolta, ma almeno sarà quella definitiva?

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO