Il videomessaggio di Berlusconi: Santanchè conferma, Quagliariello smentisce

La registrazione è già pronta. Sarà l'ultimatum finale al Governo Letta.

C'è un po' di confusione dalle parti del Pdl sul nuovo videomessaggio di Berlusconi che dovrebbe segnare la fine del Governo Letta. Da una parte Daniela Santanché conferma l'imminenza del nastro registrato, dall'altra Gaetano Quagliariello parla di fantascienza. Non può essere un caso che i due si trovino su fronti opposti, la falca pitonessa e la colomba governativa.

La prima è parlare è appunto Daniela Santanché: "Non vivo ad Arcore, non sono la portavoce di Berlusconi, ma credo che sia imminente". La replica di Quagliariello arriva via Twitter: "Leggo su Repubblica che saremmo a registrazioni e filmini. Ovviamente non ci credo. Anche perché, visto il tema, sarebbero di fantascienza". Al che Daniela Santanché replica, sempre su Twitter: "Definizione di Fantascienza:storia con alto grado di plausibilità". Se c'è dell'ironia non la si capisce, se ironia non c'è, forse è il caso che la pitonessa si ripassi un po' il dizionario.


Il videomessaggio di Berlusconi

Quando ieri è iniziata a circolare la voce che Silvio Berlusconi avesse pronto un nuovo videomessaggio le quotazioni del Governo Letta sono crollate: è sembrato subito chiaro a tutti che il nuovo messaggio del Cavaliere potesse avere come unico scopo quello di far cadere il Governo. Poi, però, il videomessaggio è stato rimandato così come la crisi di governo.

Il che non significa che entrambi siano saltati, anzi: per quanto riguarda il videomessaggio è assai probabile che vada in onda questo weekend, probabilmente domenica sulle reti Mediaset. Che cosa dirà il Cavaliere? I punti fondamentali sono due, gli stessi dello scorso nastro registrato da Berlusconi: il ritorno di Forza Italia, la sua innocenza assoluta e, ovviamente, lo strenuo desiderio di "restare in campo".

Un videomessaggio che segnerebbe di fatto l'inizio della crisi di governo. Anche se, a quanto pare, Berlusconi non annuncerà esplicitamente il fatto che il Pdl tolga la fiducia al governo. Sarà una sorta di "liberi tutti", che faccia capire che il tempo delle colombe è finito.

Dopodiché si osserverà che cosa succede nella riunione di lunedì della Giunta delle immunità: se il Pd non farà passi indietro e terrà duro sulla decadenza di Berlusconi, allora per il governosarà finita. E un po' questo il significato ultimo del videomessaggio: un ultimatum. Che faccia capire al Partito Democratico che non ci sono speranze di liberarsi di Berlusconi senza far precipitare la situazione.

Il videomessaggio dopo la condanna definitiva

"Mi hanno privato della libertà, ma non possiamo smettere di combattere e per questo rilanceremo Forza Italia".

Sulla pagina Facebook di Silvio Berlusconi il testo integrale del videomessaggio. Ecco alcuni passaggi:

La sentenza di oggi mi conferma nell’opinione che una parte della magistratura, nel nostro Paese sia diventata un soggetto irresponsabile, una variabile incontrollabile ed incontrollata, che è assurta da “ordine dello Stato” (con magistrati non eletti dal popolo ma selezionati attraverso un concorso come tutti i funzionari pubblici) a un vero e proprio “potere dello Stato”. Questo nuovo ed illimitato potere dello Stato ha condizionato permanentemente la vita politica italiana, dalle inchieste di Tangentopoli fino ad oggi.

Poi il Cavaliere ripercorre le tappe iniziali della sua carriera politica:

Ma uno sconosciuto signore, certo Silvio Berlusconi, scese in campo per contrastare il passo al partito comunista e in due mesi vinse le elezioni ottenendo il governo del Paese. Da quel momento si scatenò contro di lui una azione ininterrotta della magistratura che nel ’94 fece cadere il governo, tramite un’accusa di corruzione cui seguì una assoluzione con formula piena, una azione che si sviluppò poi con oltre 50 processi di cui 41 conclusi senza essere riusciti a raggiungere una condanna.

Berlusconi entra poi nel merito della sentenza:

Io non sono mai stato socio occulto di alcuno, non ho ideato mai alcun sistema di frode fiscale, nella storia Mediaset non esiste alcuna falsa fattura, così come non esiste alcun fondo occulto all’estero che riguardi me e la mia famiglia. Viviamo davvero in un Paese in cui la maggior parte dei reati e dei crimini non vengono neppure perseguiti, un Paese che non sa essere giusto, soprattutto verso i cittadini onesti e verso tutti coloro che, come me, hanno sempre compiuto il proprio dovere, nel lavoro così come nella vita pubblica.

Dopodiché si passa al vittimismo:

In cambio di tutto ciò, in cambio dell’impegno che ho profuso nel corso di quasi vent’anni a favore del mio Paese, giunto ormai quasi al termine della mia vita attiva, ricevo in premio delle accuse e una sentenza fondata sul nulla assoluto, che mi toglie addirittura la mia libertà personale e i miei diritti politici. È cosi che l’Italia riconosce i sacrifici e l’impegno dei suoi cittadini migliori? È questa l’Italia che amiamo? È questa l’Italia che vogliamo?

E infine il rilancio di Forza Italia, per "continuare a combattere":

Per queste ragioni dobbiamo continuare la nostra battaglia di libertà restando in campo e chiamando con noi in campo, ad interessarsi del nostro comune destino, i giovani migliori e le energie migliori del mondo dell’imprenditoria, delle professioni e del lavoro. Insieme a loro rimetteremo in campo Forza Italia e chiederemo agli italiani di darci quella maggioranza che è indispensabile per modernizzare il Paese, per fare le riforme a partire dalla più indispensabile di tutte che è la riforma della giustizia per non essere più un Paese sottoposto ad un esercizio assolutamente arbitrario del più terribile dei poteri: quello di privare un cittadino della sua libertà.

Il videomessaggio di Berlusconi

Ecco il videomessaggio di Silvio Berlusconi

"Ho messo tutte le mie forze in una rivoluzione liberale che non si è realizzata per le resistenze dei partiti. Sono sicuro di aver rappresentato al meglio l'Italia nel mondo, tutelando sempre i nostri interessi e la nostra dignità. In cambio dell'impegno profuso in vent'anni, giunto quasi al termine della vita attiva, ricevo in premio delle accuse e una sentenza fondata sul nulla che mi toglie la mia libertà personale e diritti politici. È così che l'Italia riconosce l'impegno dei suoi cittadini migliori? È questa l'Italia che amiamo? No di sicuro. Per questo dobbiamo restare in campo a combattere, coinvolgendo le energie migliore dei giovani. Assieme a loro rimetteremo in campo Forza Italia e quella maggioranza che è necessaria per fare le riforme. A partire dalla riforma della giustizia, che è la più importante per evitare che un potere così arbitrario possa privare un cittadino della libertà. Da un male deve uscire un bene, che faccia aprire gli occhi a quegli italiani che non sono consapevoli della realtà. Tutti insieme, se sapremo essere uniti, recupereremo la vera libertà per noi e i nostri figli. Viva l'Italia, viva Forza Italia".

In arrivo il videomessaggio di Berlusconi

È in arrivo un videomessaggio di Silvio Berlusconi, in cui dirà la sua dopo la condanna definitiva nel Processo Mediaset. La notizia l'hanno data i big del partito raccolti a Palazzo Grazioli, tra cui Roberto Formigoni: "Il presidente Berlusconi parlerà con un videomessaggio. Sarà un messaggio multimediale".

Gli altri del Pdl che si sono fermati davanti ai giornalisti hanno tutti confermato l'arrivo di questo messaggio, specificando che in quelle parole si riconosceranno e per questo non hanno altro da aggiungere. Ma che cosa dirà il Cavaliere nel suo messaggio? Un attacco contro le toghe rosse? La promessa della rivincita politica? Non resta che aspettare.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO