Petrolio a 140 dollari: saranno 170 per fine estate

Prezzo petrolio

Crisi petrolifera: continua il rialzo del greggio. In questo caso non è bello dire "ve l'avevo detto", ma "ve l'avevo detto". Lunedì il crollo della produzione nigeriana aveva fatto presagire aumenti del prezzo al barile in giornata. C'è voluto qualche giorno in più però per superare l'ennesima soglia psicologica, quella dei 140 dollari al barile.

Una impennata che mette in crisi sia Nasdaq che Wall Street: e se Marx è morto, Dio è morto, neanch'io mi sento molto bene. Infatti pensate a quanto potrebbe costare - e costarci - l'aumento del barile a 170 dollari. Prossima barriera che l'oro nero si avvia a superare in brevissimo tempo.

Ora, secondo Chabib Khelil, Presidente dell'Opec, la colpa è del dollaro, troppo debole. Le soluzioni quali potrebbero essere? Svalutare il dollaro e tagliare il tasso d'interesse dell'Euro. Qui sopra un grafico: come, quanto e perchè i prezzi si sono impennati dagli anni cinquanta ad oggi.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO