Berlusconi: parte il Tour in spiaggia. La guerra civile con le pinne, fucile ed occhiali

La guerra civile, evocata da Sandro Bondi, parte il 15 agosto con le pinne, fucile ed occhiali. Il quotidiano Libero rivela che Silvio Berlusconi non ha tempo da perdere dopo la sentenza Mediaset ed è pronto a mobilitare il suo popolo sulle spiagge del Belpaese. Il Cavaliere ha deciso di organizzare una serie di comizi, ma forse sarebbe meglio chiamarli performance, in alcuni lidi italiani.

Lo staff, secondo Libero, starebbe preparando "il più imponente battage mediatico che si sia mai visto". I manifesti 6 X 3 sono già pronti, mentre gli aerei stanno già scaldando i motori. Quali aerei?, vi domanderete. Quelli che Berlusconi ha in mente di impiegare per trainare la scritta "Silvio libero" nei cieli dei litorali italiani. Ma questo non è nulla, con Silvio la realtà supera sempre la fantasia, quindi prepariamoci perché ci saranno tante sorprese.
Il tour estivo ha già un calendario. Le tappe previste per ora sono: Riccione, Sabaudia, Portofino, Sorrento, Forte dei Marmi, Capalbio, e naturalmente la Sardegna.

Secondo Libero, Berlusconi, rispolvererà la bandana di blairiana memoria per ergersi a nocchiere di una ciurma festante. Gli attacchi alla magistratura non mancheranno tra una canzone e un calippo. E poi quale palcoscenico migliore per esibire la rinomata galanteria e delicatezza di Berlusconi nei confronti dell'altra metà del cielo?

In molti dicono che il Cavaliere ha deciso di far partire la sua campagna elettorale dalle spiagge. Personalmente credo che definire "campagna elettorale" un'iniziativa del genere è tristemente sintomatico del fatto che la politica, in Italia, sia andata in vacanza da tempo.
La cosa più "divertente", dinanzi all'ennesima "trovata geniale" di Berlusconi, sarà vedere Enrico Letta e il Pd andare a rimorchio, con il pattino, dell'esercito vacanziero di Silvio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO