Berlusconi prova a prendersi Montezemolo

Berlusconi e Montezemolo

Mentre Casini apre ufficialmente l'era del Partito della Nazione, Berlusconi non se ne sta con le mani in mano e prova a resistere allo sfaldamento del Pdl (o quantomeno a restare a galla) tentando di accaparrarsi uno dei nomi più prestigiosi vicini al Terzo Polo: quello di Luca Cordero di Montezemolo.

Il Cavaliere pare sempre più intenzionato a pensionare il Pdl nella sua forma attuale e a cercare un modo nuovo per sparigliare le carte ed evitare il suo peggiore incubo: che un'alleanza tra Terzo Polo e Pd lo metta ai margini della politica. Così, mentre i frondisti Dini e Pisanu aprono a Casini, ecco l'incontro con Montezemolo, come riferisce il Giornale.

Secondo i berluscones, Montezemolo non vorrebbe esporsi in prima persona ma patrocinare un prolungamento politico della sua fondazione "Italia Futura". Ecco allora l'idea del Cavaliere: una lista civica nazionale da affiancare al Pdl (o alla sua versione aggiornata) che porti una classe dirigente nuova e tolga consensi al centro e al Pd, rifacendosi a quella rivoluzione liberale richiamata da tanti nostalgici di Forza Italia.

Ma è proprio così? Il fatto che sia proprio il Giornale a dare la notizia di questo incontro "segreto" fa nascere più di un dubbio. D'altro canto Montezemolo non ha mai risparmiato critiche al governo Berlusconi, e una sua eventuale lista civica rischierebbe di essere danneggiata e non avvantaggiata da un'alleanza con il Pdl. Ma il Cavaliere sa come far parlare di sé, e mentre dei "vecchi arnesi" come Dini e Pisanu si avvicinano a Casini, quale modo migliore per attirare consensi che corteggiare il "nuovo che avanza"?

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO