Sondaggi: quanto vale Marina Berlusconi?

Secondo alcuni non ha fatto centro, secondo altri è l'erede perfetta, alla Marine Le Pen. La guerra dei sondaggisti sulla primogenita del Cavaliere.

Che i sondaggi che davano Forza Italia a guida Marina Berlusconi al 30% fossero un po' gratuiti si era intuito, non fosse altro perché mancavano sia i dati che i pareri dei sondaggisti che quei "test elettorali" avrebbero svolto. La conferma arriva da Alessandra Ghisleri, la nota boss di Euromedia Research nonché sondaggista di fiducia del Cavaliere (ragion per cui viene accusata di fare sondaggi compiacenti al capo, salvo poi azzeccarci quasi sempre).

E che dice Ghisleri? Che il Pdl, dopo la condanna di Berlusconi è ancora in crescita rispetto agli ultimi sondaggi politici e ha raggiunto quota 29%. Un dato credibile, visto che il Pdl si aggirava poco sotto e, almeno in questa prima fase, il Cavaliere condannato ha ricevuto la solidarietà convinta dei suoi sostenitori. E quindi, se il Popolo delle Libertà è ancora di gran lunga il primo partito (almeno in queste urne virtuali), il merito è come sempre tutto di Berlusconi e della sua capacità di ribaltare vicende che affosserebbero chiunque altro.

Il problema è che il Cavaliere è seriamente intenzionato, nel caso decadenza e incandidabilità venissero approvate, a passare la mano alla figlia Marina. Convinto com'è che solo lei sia in grado di raccogliere il suo scettro e portare al successo la nuova Forza Italia, con al centro del simbolo sempre il cognome Berlusconi. Lei, ormai si è capito, non impazzisce all'idea; ma nel caso il padre continui a insistere è prevedibile che riuscirà a convincerla.

Un problema però sembra sorgere: e cioè che l'ottimismo sull'appeal elettorale di Marina B. sia tutto nella mente del Cavaliere. Lo conferma sempre Alessandra Ghisleri, secondo cui - come riporta l'HuffPost - "Marina Berlusconi è bassa". Niente numeri precisi, nemmeno questa volta. In una fase così precoce, in cui bisogna ancora iniziare a costruire il personaggio politico dell'ereditiera politica del Cavaliere, potrebbero avere effetti nefasti.

Molto diversamente, però, la pensano altri sondaggisti, tra cui Alessandro Amadori di Coesis Research. Interpellato da Affari Italiani, dice: "Mi sono confrontato con altri miei colleghi e siamo tutti d'accordo nel dire che Marina Berlusconi in partenza vale tra il 25% e il 30%. È come Marine Le Pen e capitalizza tutto il consenso di suo padre. Forza Italia guidata da lei potrebbe raggiungere anche il 30%". E tutta la coalizione il 42%.

Ma quindi, Marina Berlusconi ancora da "costruire" come leader politico o già lanciatissima in ottica elettorale? Per il momento si fanno solo speculazioni, a settembre probabilmente si capirà meglio "quanto vale" la prediletta del Cavaliere.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO