Francia 2012 - Hollande e Sarkozy al ballottaggio, spopola l'estrema destra della Le Pen

Francoise Hollande

Francia 2012. Al primo turno delle presidenziali francesi Francois Hollande ottiene il 28,8% delle preferenze, Nicolas Sarkozy si ferma al 26,1%. I due andranno al ballottaggio (il 6 maggio). Ma questo primo turno ha una doppia lettura: al terzo posto, infatti, si piazza Marine Le Pen (l'estrema destra francese), con un 18,5% che supera anche il risultato del padre (Jean Marie Le Pen aveva ottenuto il 10,44% al primo turno delle presidenziali 2007). Jean-Luc Mélenchon (l'estrema sinistra) si ferma all'11,57%. L'astensione è al 19,7%.

E adesso, come stanno le cose? Se i nomi al ballottaggio erano scontati, Sarkozy ha sperato fino all'ultimo di poter partire, per il balottaggio, con la spinta propulsiva del primo posto, oggi. Non è andata così, ma quel che non era affatto prevedibile, almeno, non con questi numeri, un exploit così buono per il Fronte nazionale: anche se Hollande appare ancora favorito su Sarkozy (Mélenchon ha già dato il proprio appoggio al candidato di centrosinistra) è evidente che l'estrema destra, con temi che fanno presa sull'elettorato e sul nazionalismo francese (ritorno al franco con mantenimento dell'euro come seconda moneta, stop all'immigrazione clandestina) sia diventata determinante. E' anche una dura lezione per Sarkò, che negli ultimi tempi ha cercato di dare una svolta populista alla propria campagna elettorale, provando a far breccia proprio sull'elettorato più nazionalista e conservatore. Non gli è andata affatto bene.

Le prossime due settimane, di dura campagna elettorale, saranno molto difficili per la Francia, con un Sarkozy pronto a qualsiasi compromesso per non mollare l'Eliseo. Il presidente uscente ha sfidato Hollande in tre dibattiti televisivi. Ma il candidato del centrosinistra ha risposto picche.

Foto | TM News

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO