Siria, raid aerei nel nord: offensiva di Assad contro i ribelli

Decine di morti nei raid aerei su Raqqa e Latakia. Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani il numero delle vittime dall’inizio del conflitto è ormai salito a 200mila

Un’altra giornata drammatica per la Siria. Le forze del presidente Bashar al-Assad hanno compiuto due raid aerei al nord, nelle città di Raqqa e di Latakia. Nel bombardamento di Raqqa sono morti tredici civili, fra cui sette bambini. L’esercito siriano ha attaccato Raqqa che rimane l’ultima capitale provinciale del Paese in mano ai ribelli. A comunicarlo è stato l’Osservatorio siriano per i diritti umani che ha rivisto le stime sui decessi avvenuti dall’inizio del conflitto: secondo le ultime stime le cifre andrebbero addirittura raddoppiate rispetto a quelle fornite di recente dall’Onu e le vittime del conflitto sarebbero, pertanto, circa 200mila.

L’altro attacco aereo della giornata è avvenuto nella notte, a Latakia, cittadina costiera posta a nord ovest, non lontano dalle coste turche. Gli attacchi sono visti come un tentativo, da parte di Assad, di evitare che le forze ribelli riescano a conquistare la roccaforte della fazione alawita. Qualche giorno fa i ribelli avevano catturato un certo numero di villaggi nel Jabal Akrad, un distretto montagnoso a nord di Latakia.

Il bilancio dell’attacco notturno su Latakia è stato di 20 morti. Secondo Rami Abdel Rahman, direttore dell’Osservatorio con sede a Londra 10 di loro erano civili, 6 erano combattenti ribelli siriani e 4 volontari stranieri.

Le truppe governative hanno preso d’assalto un villaggio durante la notte, uccidendo 12 persone nella provincia di Aleppo. Nella notte ci sono stati scontri anche in due quartieri della capitale Damasco, Barzeh e Jubar.

Il regime di Bashar al-Assad controlla il sud e il centro della Siria e sta tentando di far arretrare i ribelli che detengono le aree a nord, vicino al confine turco e lungo la valle dell’Eufrate, verso l’Iraq. Il nord-est è sempre di più sotto controllo curdo.

Via | Al Jazeera

Foto © Getty Images

 

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO