Non c’è pace per il giudice Esposito: ora anche Wanna Marchi fa ricorso

La televenditrice condannata per associazione a delinquere e truffe fa ricorso presso la Corte Europea insieme alla figlia Stefania

Adesso contro il giudice Antonio Esposito non c’è soltanto la malafede della stampa che taglia e cuce le interviste audio, no, adesso contro il giudice finito in settimana al centro di una polemica (la cui sterilità è stata ampiamente dimostrata da Polisblog) ci si mettono anche Wanna Marchi e Stefania Nobile che hanno deciso di ricorrere presso la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.

Le due donne vorrebbero impugnare la sentenza di Cassazione pronunciata nei loro confronti per associazione a delinquere e truffe.

Secondo il loro avvocato Liborio Cataliotti, infatti, prima della discussione del processo davanti alla Corte di Cassazione, il presidente della Sezione di Cassazione Giudicante avrebbe anticipato il verdetto definendo “antipatica” l’imputata Wanna Marchi. La circostanza, riportata da Stefano Lorenzetto de Il Giornale, sarebbe stata smentita dallo stesso Esposito.

La Corte Europea, dunque, oltre al ricorso dei legali di Berlusconi dovrà prendere in esame anche il caso delle due imbonitrici televisive che nel 2011 hanno ottenuto con un ricorso per cassazione un dimezzamento delle pene a loro inflitte.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO