Casini "tira le orecchie" a Bersani. Il leader del Pd risponde... fuori dai denti

Ecco, ci risiamo con la pretattica, con mettere le mani avanti, con lanciare segnali solo in funzione della propria parte.

"Finiamo la campagna elettorale, e poi chiederò un appuntamento con Pier Luigi Bersani e Silvio Berlusconi per sapere se vogliono continuare a sostenere il governo Monti, oppure se intendono continuare a cercare sempre nuovi argomenti per distinguersi".

Così Pier Ferdinando Casini, leader dell'Udc, dopo le ultime polemiche e le fibrillazioni che agitano la maggioranza che sostiene Monti. Poi, via Twitter, il leader centrista precisa: "Ho detto Berlusconi, leggasi 'Berlusconi-Alfano''.

Non si fa attendere la replica “fuoridaidenti” di Bersani: "'Vedo che anche Casini si dedica alla pretattica. Noi non partecipiamo. Non siamo gente che trama alle spalle per noi si va al 2013. Chi ha intenzioni diverse non ce le attribuisca".

Da lunedì pomeriggio, fuochi d’artificio?

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO