Il Giornale torna all'attacco di Saviano


A quelli de Il Giornale piace fare il tiro al bersaglio contro Roberto Saviano. E nonostante la brutta figura rimediata dopo le accuse al padre dello scrittore, il quotidiano di Sallusti non si è voluto esimere dal riproporre le solite tre tesi in croce contro l'autore di Gomorra. La ragione è facile da intuire: Saviano torna questa sera in tv assieme a Fazio. Evidentemente ad alcuni giornalisti la visione del duo deve procurare attacchi d'ulcera insostenibili. E' difficile capire altrimenti per quale ragione viene riservata tanta acredine nei confronti di uno che, tutto sommato, è colpevole solo di essere diventato famoso per aver scritto un bel libro di denuncia sulla camorra. E che da allora gira l'Italia, in tv, nei teatri e nelle università, per raccontare i meccanismi che fanno funzionare la Camorra e non solo.

Ma una visione di questo genere è troppo semplicistica per il Giornale e Alessandro Perna, che preferiscono vederla così:

E' diventato prigioniero pure del suo personaggio, quello dello scrittore perseguitato per avere avuto il coraggio della verità, come San Paolo, Gandhi, Salman Rushdie. Da quella sola opera ha poi spremuto una serie di derivati- giornalistici, televisivi, cinematografici che trattano in varie salse l’unicotema che accende la sua fantasia: la malavita, l’impegno di combatterla, i nemici che lo ostacolano nella missione.

Lo scrittore perseguitato è un "personaggio", mentre i nemici accendono la sua "fantasia". Peccato che le minacce di morte ricevute siano vere, e che Saviano non giri con la scorta da anni per fare il figo, visto anche che la cosa gli impedisce di avere una vita sociale. Ma vabbè, forse Saviano un po' ci gioca e alcuni la cosa proprio non la reggono.

Saviano è portato in giro per il mondo da imbonitori che lo utilizzano come testimonial di un’Italia buona contro una cattiva, ruolo che incarna con compresa partecipazione e soddisfatta coscienza di sé. Per cambiare, anche stasera è in tv per una tre giorni su La7. Con lui, Fabio Fazio, che gli ha costruito attorno lo show, Quello che (non) ho , ennesima variante della solita solfa. Buon divertimento.



Sui programmi della coppia Fazio & Saviano si può discutere, personalmente non ne vado pazzo. Ma perché parlare di un Saviano portato in giro da imbonitori? Quasi fosse una Britney Spears dell'antimafia? Non vedo lo scrittore-giornalista nel ruolo di popstar intellettuale che recita una parte decisa da altri. Anche perché si dimentica troppo facilmente che quando a 27 anni scrisse Gomorra, Saviano non era il protetto del Gruppo l'Espresso (che è probabilmente la cosa che più infastidisce Il Giornale) e non era la star della tanto detestata gauche caviar. Era solo, e il suo successo se l'è meritato. Cosa che dovrebbe essere apprezzata da una destra che si riempie la bocca parlando di meritocrazia, ma che poi lo prende in giro perché ha avuto tanto successo con "un solo libro" (invidia?)

La direzione di Repubblica veglia su di lui come il manager su una star circense. È pronta a esaltarne le imprese, ma guarda che eviti atti contrari all’immagine che ha programmato di dargli. È targato Repubblica il famoso appello in favore dello scrittore costretto a vivere sotto scorta per le minacce malavitose. Il giornale, dandosi un gran daffare, riuscì a raccogliere diciassette firme di Nobel e 250mila di cittadini comuni per richiamare alle sue responsabilità lo Stato italiano (premier era il detestato Cav) «perché è intollerabile che questo possa accadere in Europa nel 2008».

Eh già, forse allora era più degna di nota la raccolta firme fatta da Il Giornale contro Saviano. La ricordate? Ciò che fece imbufalire il quotidiano di Sallusti era che, nel programma condotto nel 2010, Saviano aveva puntato il dito contro la mafia al nord. Vergogna! Peccato che, due anni dopo, si è scoperto che aveva completamente ragione. E che erano gli altri a non voler vedere. Può non piacere, può essere idolatrato oltre misura, ma se si vuole cercare un personaggio da mettere all'indice si può tranquillamente guardare da altre parti.

Foto | ©TMNews

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO