Ore 12 - Berlusconi e Grillo uniti contro il Pd. Per sguazzare nel caos

altroStrana Italia che si ritrova sullo stesso piano Silvio Berlusconi e Beppe Grillo. Il Cav e l’ex comico avanzano a zig zag su un piano inclinato con un gioco sempre più scoperto che va al di là del “tanto peggio tanto meglio”.

I due, pur partendo da punti opposti, alimentano la marea montante che pesca nel torbido civettando con l’antipolitica. Perché questa esasperata ed esasperante volontà di dimostrare che sono tutti uguali e tutti da buttare?

Quali carte in regola ha il Cav, con tutte le malefatte e con la sua allegra brigata, per ergersi ancora una volta a paladino degli interessi degli italiani e dell’Italia? E come dare carta bianca a Grillo, quando, al di là di ovvie e scontate dichiarazioni su ingiustizie e privilegi, l’applicazione della sua linea politica porterebbe all’isolamento e alla bancarotta il Paese?

Che questa politica sia malata alla radice, lo ripetiamo tutti. Ma anche nel cesto delle mele bacate, c’è quella ancora commestibile. E, in mancanza di nient’altro, mangiabile.

E’ evidente che, da banda opposta, Berlusconi e Grillo (e non solo loro) cercano di inguaiare il Pd. Il partito di Bersani, non è certo senza macchie, già paga di suo per mandar giù i rospi del governo tecnico.

A Bersani si chiede più chiarezza nella linea politica e più decisione nel ripulire il partito, ma non si può chiedergli di chiudere bottega. Un regalo troppo grande per chi, come Berlusconi e Grillo, non aspettano altro che cada l’ultima barriera e sguazzare nel caos.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO