Pdl, lite sui social tra Santanché e Gasparri: "Lui non morirà mai di troppo lavoro"

"Morire per Berlusconi sì, ma per il Twiga no", la battuta di Gasparri che ha fatto infuriare la "Pitonessa".

Ormai Daniela Santanchè usa Twitter soprattutto per sfogarsi contro i suoi compagni di partito, e così, dopo l'attacco dei giorni scorsi alle colombe del Pdl, colpevoli di dare troppo ascolto a Napolitano, ecco quello più mirato a Maurizio Gasparri.

L'ex capogruppo al Senato del partito del Cavaliere ha detto una frase che alla Santanchè proprio non è andata giù, e cioè:

"Morire per Berlusconi sì, ma per il Twiga no"

Il riferimento è al beach club di Forte dei Marmi frequentato dalla Pitonessa, lo stabilimento balneare in cui trascorre le sue vacanze e in cui si trovava, per esempio, a Ferragosto, quando, emozionata, ha scattato le foto all'aeroplanino che trascinava in cielo la scritta "Forza Italia, Forza Silvio".

Ebbene, la Santanchè sul suo account del social da 140 caratteri ha scritto:

"Una cosa è certa: Gasparri non morirà mai di troppo lavoro"

Una frase che fa pensare che il suo compagno di partito sia uno sfaticato, un fannullone in confronto a lei che fa l'imprenditrice e soprattutto è occupata in questo periodo a difendere a spada tratta Berlusconi da ogni attacco e a immaginare qualsiasi cosa sia possibile fare per fare in modo che il Cavaliere sia candidabile nonostante la condanna nel processo Mediaset.


La replica di Gasparri alla Santanchè non si è fatta attendere e allora eccolo dire che in effetti no, non morirà di lavoro, ma solo perché lui è abituato "alle battaglie dure" ed è militante più di tanti altri:

"Difatti sono resistente, lavoro da militante più di tanti altri e non ne morirò. Sono allenato alle battaglie dure"


Chi sarà il prossimo pidiellino che ingaggerà una catfight a distanza con la temibile Daniela Santanchè?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO