Alfano sugli immigrati in carcere: "Vitto e alloggio a carico dei Paesi di provenienza"

La proposta di Alfano definita da Livia Turco "strampalata".

Nella sua lunga e impegnativa giornata Angelino Alfano non si accontenta di lanciare minacce neanche tanto velate al Pd di una caduta del governo in caso di votazione a favore della decadenza di Silvio Berlusconi, ma trova anche il tempo di fare proposte nuove e originale sul tema dell'immigrazione e del sovraffollamento delle carceri. Il ministro dell'Interno, ospite del meeting di Rimini di Comunione e Liberazione, illustra una interessante soluzione a proposito degli immigrati che finiscono in carcere:

"Gli immigrati che vanno in carcere ledono il patto con lo Stato dove hanno deciso di andare a vivere. Almeno il vitto e l'alloggio dei detenuti immigrati facciamolo pagare agli Stati di provenienza"

Così, giusto per farsi per qualche amico in più... Ma in fondo Alfano non ha paura degli altri Stati né di complicare i rapporti internazionali e sull'Unione Europea, spesso molto critica nei confronti dell'Italia, dice:

"Ben vengano i richiami della Ue, ma l'Europa non può imporci tanto e darci poco. Siamo un popolo accogliente, accogliamo i migranti vicino a Malta, sostituendoci a Malta stessa, ma l'Italia non può essere dimenticata dall'Europa, e non può essere dimenticato che lo sforzo umanitario può porre un problema di sicurezza"

Durante un dibattito a cui ha preso parte anche l'attuale Guardasigilli Anna Maria Cancellieri, il vicepremier ha ricordato quando era lui a ricoprire quel ruolo e per la prima volta è andato a fare visita a un carcere il cui cappellano gli ha detto di guardare gli occhi dei detenuti perché vi avrebbe trovato gli occhi di Gesù Cristo. Ma proprio le parole che Alfano aggiunge su Cristo, fanno pensare che lui più che ai deputati lo associ a ben altroi individui, magari a chi il carcere riesce ad evitarlo:

"L'esempio di Cristo ci ricorda l'esigenza di un giusto processo e i limiti della giustizia popolare"

La presidendete del Forum Politiche Sociali e Immigrazione del Pd Livia Turco ha diffuso un comunicato in cui commenta la proposta di Alfano sul vitto e alloggio dei detenuti immigrati da far pagare ai loro Stati di provenienza, ecco che cosa dice:

"In un momento in cui la crisi economica morde è giusto porsi il problema di risparmiare in ogni ambito. Tuttavia, la proposta di Alfano è assolutamente strampalata, anche perché difficilmente praticabile. Se vuole risparmiare nell'ambito delle politiche per l'immigrazione, è meglio che il ministro dell'Interno riveda le strutture dei Cie, Centri di identificazione ed espulsione, che, oltre a essere disumani e inefficaci, sono anche molto costosi. Si adoperi per ottenere aiuti concreti dall'Europa e faccia gli accordi bilaterali con i Paesi da cui provengono i flussi migratori. I fatti dimostrano che solo così si governa in modo efficace l'immigrazione"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO