Sgarbi inopportuno sul terremoto: «La ricostruzione sarà rapida. All'Aquila ci si piange addosso»

Vittorio Sgarbi

E' questione di giorni, forse di ore, ho pensato dopo la triste notizia del terremoto in Emilia Romagna, prima che qualcuno faccia qualche paragone sconsiderato con il terremoto dell'Aquila. Ci ha pensato Vittorio Sgarbi, con un intervento quantomeno inopportuno. All'Adnkronos, Sgarbi ha detto, senza mezzi termini:

L'aspetto positivo è che, come nel Friuli, la ricostruzione sarà rapida, mentre nel meridione sarebbe stata una catastrofe. Gli emiliani non staranno certo con le mani in mano, mentre in Abruzzo, all'Aquila si vive d'inerzia, tutto è fermo come all'inizio, si aspetta solo che lo Stato faccia qualcosa e intanto ci si piange addosso.

Una dichiarazione, quella del critico d'arte, che denota non solo il classico pregiudizio nei confronti del sud dell'Italia (cosa che, di per sé, sarebbe sufficiente a bollare la sparata come priva di alcun fondamento), ma anche una completa - e preoccupante - mancanza di conoscenza relativamente all'entità del terremoto aquilano e all'operato dello Stato dopo il sisma. Eppure c'è una relazione del Ministro Barca, per esempio, che racconta per numeri quel che è stato fatto all'Aquila e cos'è mancato.

Riassumendo, la scossa del 6 aprile 2009, infatti, ha letteralmente paralizzato un capoluogo regionale, distruggendone il centro storico, cuore della vita amministrativa, commerciale, storica della città. E lo Stato è intervenuto, per la prima volta nella storia di un terremoto in Italia, in maniera verticistica e non sussidiaria, imponendosi con una serie imbarazzante di ordinanze che hanno disincentivato l'iniziativa privata, con un'infantilizzazione sistematica della popolazione.

Inutile, dunque, proseguire con questa retorica di chi si rimbocca le maniche: provasse, Sgarbi, a districarsi nel dedalo delle ordinanze di Protezione civile per la ricostruzione. Scoprirà che le sue convinzioni sono del tutto prive di fondamento.

Foto | TM News

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO