Datagate, Der Spiegel: "la NSA spiò anche l'Onu e l'Unione Europea"

Nuove scottanti rivelazioni sul Datagate. Der Spiegel rivela come la NSA avrebbe spiato per mesi anche l'Unione Europa e la Nazioni Unite, oltre a più di 80 ambasciate e consolati nel Mondo.

La NSA non intercettava soltanto comuni cittadini, stranieri e americani, ma anche ambasciate, consolati fino ad arrivare all'ONU. Lo scandalo Datagate continua a crescere grazie alle rivelazioni fatte in queste ore dal settimanale tedesco Der Spiegel, che sostiene di essere entrato in possesso di nuovi documenti segreti divulgati dalla talpa Edward Snowden.

E le informazioni contenute in quei documenti sarebbero a dir poco scottanti. L’agenzia di intelligence statunitense, scrive il settimanale, avrebbe in più occasioni spiato istituzioni come AIAE, l'agenzia internazionale per l'energia atomica, e l'Unione Europea fino ad arrivare, nell'estate del 2012, alle Nazioni Unite, violando il loro sistema di codifica e introducendosi nel sistema di videoconferenza del quartier generale di New York.

In quel periodo, nel giro di appena tre settimane, il numero delle comunicazioni decodificate è salito da 12 a ben 458, almeno secondo uno dei documenti in possesso del settimanale. Nell'autunno dello stesso anno, invece, la National Security Agency avrebbe spiato la delegazione dell'Unione Europea a New York, arrivando a procurarsi le planimetrie nella nuova sede.

E le novità non finiscono qui. La NSA, sempre con la scusa della sicurezza nazionale, gestirebbe un programma di intercettazioni in oltre 80 ambasciate e consolati in tutto il Mondo denominato "Collection Special Service". Tale sistema doveva essere tenuto nascosto alle stesse ambasciate e agli stessi consolati sia per avere ampio raggio d'azione sia per evitare di causare gravi danni al Paese ospitante.

Il settimanale, citando i documenti in suo possesso, sottolinea che "la sorveglianza è intensiva e ben organizzata e ha ben poco a che fare con la ricerca di terroristi". Ma come, non facevano tutto per garantire la sicurezza degli Stati Uniti?

Alla luce di queste nuove rivelazioni c'è da aspettarsi che i tantissimi Paesi coinvolti chiedano alla NSA e agli USA ulteriori spiegazioni al riguardo, sempre che la delicata situazione in Siria non faccia distogliere l'attenzione da questo scandalo che continua a crescere giorno dopo giorno.

Foto | Wikipedia

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO