Berlusconi e Alfano: la conferenza stampa. Lapsus di Alfano: per lui B. è il Presidente della Repubblica

Silvio Berlusconi e Angelino Alfano

Silvio Berlusconi e Angelino Alfano sono in conferenza stampa dalla Sala Koch di Palazzo Madama, come annunciato, per proporre la loro grande novità politica, che si chiamerà – ma non è un problema di nomi, dice Alfano – Federazione per l'Italia.

Per Berlusconi, che prende la parola, è il momento di trasformare l'Italia in senso presidenziale, approfittando di

«tre fortunate coincidenze:
1) la fine della legislatura
2) la scadenza del mandato di un eccellente Presidente della Repubblica
3) il fatto che la prossima settimana nell'Aula del Senato si comincerà a discutere della riforma della Costituzione»

Niente di nuovo, dunque. Nessuna novità, visto che l'idea della svolta (semi)presidenziale è un'idea che Berlusconi propone da tempo. Quando poi prende la parola Angelino Alfano, il segretario del Pdl non fa che ribadire la retorica del leader: sventola lo spauracchio della mancanza di governabilità e dei rischi che questo comporta, dice di voler fondare la Terza Repubblica, dice di voler superare i "bizantinismi di un bicameralismo perfetto" e di restituire ai cittadini il diritto di votare i Parlamentari.

Poi si produce in un clamoroso lapsus (che sembra del tutto costruito) e si rivolge a Berlusconi definendolo il Presidente della Repubblica. Risate e applausi. Lo show continua.

Angelino Alfano conferenza stampa

Per quanto riguarda il centrodestra, Alfano parla di primarie per la leadership e anche di primarie di programma e nega che ci siano veti personali su Berlusconi da parte di Casini e di Montezemolo. Ora, negli intenti dei due, la palla passa alle altre forze politiche (il Pd, in particolare, come ovvio) che dovrebbero dire la loro sulla proposta di riforma.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO