Vaticanleaks: cosa sta succedendo in Vaticano?

VatiLeaks, Paolo Gabriele e i â��corviâ�� vaticaniIl 28 maggio del 1977 Joseph Ratzinger veniva ordinato vescovo di Monaco. Oggi, a distanza di trentacinque anni, il vescovo di Roma si trova a fronteggiare una spinosa situazione che forse mai avrebbe immaginato. Il motto episcopale che scelse allora era Collaboratore della Verità e oggi rimane sempre il suo motto, anche se non compare sullo stemma papale.

Proviamo a fare un riassunto di quanto sta succedendo in questi giorni in Vaticano. Elemento centrale della vicenda sono i cosiddetti VatiLeaks, documenti riservati che escono dai Sacri Palazzi e portano alla conoscenza dell'opinione pubblica tutta una serie di tensioni interne al Vaticano. Documenti che ritroviamo nel documentatissimo libro di Gianluigi Nuzzi dal titolo Sua Santità. Le carte segrete di Benedetto XVI per la casa editrice Chiarelettere. Così ne parla Sette del Corriere della Sera:

Un lavoro su centinaia di documenti riservati tra rapporti, lettere e messaggi cifrati che finiscono in archivio per essere segretamente custoditi. Queste carte sono il punto di partenza di "Sua Santità". Nuzzi era già entrato nella "cassaforte" della Curia con Vaticano S.p.A., ma oggi grazie a informatori di cui svela le tecniche ma non i nomi, arriva nell'ufficio del Papa. Emerge un Vaticano pieno di chiaroscuri e un pontefice impegnato a tenere unite tante anime tra loro contrapposte.

Per cercare di fare luce su chi sia l'autore di questa fuga di notizie papa Ratzinger istituisce una commissione cardinalizia composta dai cardinali Julián Herranz, Jozef Tomko e Salvatore De Giorgi. I vantaggi di una tale commissione? Ne sono due: risponde direttamente al papa e, con piena autorità, può indagare su tutto e su tutti, cardinali inclusi. L'indagine interna va avanti, con il solito stile silenzioso del Vaticano, e porta all'arresto del maggiordomo del papa, Paolo Gabriele, accusato di essere stato trovato in possesso di documenti riservatissimi. Dall'ovvia (e simpatica) battuta che il colpevole è sempre il maggiordomo si passa a pensare che più che un “corvo” Paolo Gabriele sia solo un “capro espiatorio”, tanto che sembrerebbe che i sospetti si stiano concentrando anche su un cardinale, italiano, come mente dietro a tutta la situazione (per inciso, ricordiamo che i cardinali italiani in tutto sono trentasei, di cui diciotto elettori e diciotto non elettori in quanto ultraottantenni).

Accanto al caso Paolo Gabriele c'è quello di Ettore Gotti Tedeschi che, con un procedimento decisamente insolito per le usanze vaticane, è stato silurato dal suo ruolo di presidente dello IOR: situazione che, ben più di quella del maggiordomo, mostra lo squarcio violento che si sta consumando in Vaticano.

All'orizzonte, due situazioni particolari. Una è il cosiddetto “metodo Boffo”: spubblicare qualcuno producendo documenti che potrebbero essere falsi (e nel caso di Dino Boffo, direttore dell'Avvenire, si dimostrarono falsi). L'altro è la situazione della diplomazia vaticana: il segretario di Stato, cardinal Tarcisio Bertone, ha sempre portato avanti la teoria di “più Vangelo e meno diplomazia” provocando, così, una enorme frattura all'interno della Segreteria di Stato che nel corso dei secoli ha fatto della diplomazia la propria punta di diamante.

Situazione spinosa quella che deve affrontare papa Benedetto XVI che da pastore tedesco si trova a essere (forse) agnellino in pericolo. E, come diceva lui stesso durante l'omelia della festa di Pentecoste:

È vero, abbiamo moltiplicato le possibilità di comunicare, di avere informazioni, di trasmettere notizie, ma possiamo dire che è cresciuta la capacità di capirci o forse, paradossalmente, ci capiamo sempre meno? Tra gli uomini non sembra forse serpeggiare un senso di diffidenza, di sospetto, di timore reciproco, fino a diventare perfino pericolosi l’uno per l’altro? Ritorniamo allora alla domanda iniziale: può esserci veramente unità, concordia? E come?

Domande che per il momento sono destinate a rimanere senza risposta.

Foto | TMNews

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO