Egitto: il governo ha deciso di sciogliere i Fratelli musulmani

Lo riferiscono i media. L'annuncio dovrebbe arrivare la prossima settimana


Il governo egiziano avrebbe deciso di sciogliere i Fratelli musulmani, l'organizzazione islamista uscita vincitrice dalle elezioni presidenziali dello scorso anno. La notizia, già nell'aria da settimane, è stata riportata dal quotidiano Al-Akhbar, citando Hany Mahana, portavoce del ministro della Solidarieta' sociale, colui che avrebbe formalmente il potere di procedere a questa misura. La decisione è già stata presa ma verrà annunciata dal governo all'inizio della prossima settimana.

Lo scioglimento dell'organizzazione islamista avverrebbe tramite la cancellazione dei Fratelli musulmani dal registro delle organizzazioni non governative: i Fratelli musulmani si erano infatti registrati come Ong nel marzo 2012 per partecipare alle elezioni presidenziali che poi hanno vinto, portando Mohamed Morsi alla presidenza dell'Egitto.

Qualora la notizia fosse confermata, non sarebbe la prima volta che la fratellanza musulmana viene messa al bando in Egitto: fondata nel 1928, l'organizzazione ha subito prima l'ostracismo della monarchia egiziana, che nel 1949 ha fatto uccidere il suo fondatore. Dopo il colpo di stato che portò alla caduta della monarchia, il presidente Nasser nel 1954 sciolse per la prima volta il movimento e fece torturare e giustiziare i vertici e gli aderenti.

Nel 1970, con la morte di Nasser e l'insediamento di Sadat, i Fratelli musulmani riescono a riorganizzarsi e possono tornare a operare alla luce del sole dopo anni di clandestinità. Con la presidenza di Mubarak, il gruppo può presentarsi alle elezioni anche se non direttamente, ma con gli anni il rais adotta provvedimenti di repressione dell'organizzazione, finché i moti di piazza Tahrir non hanno portato la fratellanza a conquistare il potere.

Già nella bozza di nuova Costituzione presentata ad agosto dal premier Hazem el-Beblawi era presente un articolo che prevedeva lo scioglimento di tutti i partiti religiosi, anche se successivamente il capo del governo era sembrato tornare sui propri passi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO