Berlusconi, per Alfano il caso è ancora aperto

Il Pdl attende il pronunciamento della Corte Europea dei Diritti dell’uomo. E punta a rallentare i lavori del Senato sulla decadenza del Cavaliere. Con l’aiuto del Pd

L’ultima chance del Pdl per salvare Silvio Berlusconi è il ricorso alla Corte di Strasburgo che avrebbe il potere di bloccare i lavori della giunta al Senato sulla decadenza. Proprio nei giorni in cui l’Ue sembra avere ben altri più importanti problemi la da risolvere, il ministro dell’interno, Angelino Alfano, afferma che il caso Berlusconi non è ancora chiuso. La Corte Europea dei Diritti dell’uomo viene interpretata come una sorta di quarto grado di giudizio per il cavaliere.

Un’aspettativa forse eccessiva quella del vicepremier che si fa portavoce dell’intero Pdl:

Ci sarà un giudice anche lì e siamo convinti che ci sono tante ragioni per essere fiduciosi. Questo significa che confidiamo che a livello europeo si possa raggiungere quel risultato e quell'attestazione di innocenza che in Italia non è stato possibile fino a questo momento raggiungere.

Poi Alfano ha parlato del Governo Letta, affermando che

Con questo governo abbiamo centrato dei risultati che sono stati apprezzati dagli italiani. Abbiamo riformato Equitalia e per la prima volta diminuito la pressione fiscale. Questi sono risultati di cui siamo molto contenti. Noi abbiamo voluto fortemente la nascita di questo governo. Questo governo è stato voluto più da Silvio Berlusconi che dagli esponenti del Pd che dedicarono marzo e aprile a fare l'accordo con Grillo.

Alfano chiede al Pd di prestare attenzione

alle ragioni dello stato e del diritto e alle ragioni di un cittadino, senatore, cioè Silvio Berlusconi che ha tutto il diritto di difendersi dentro l'ordinamento giuridico e nel rispetto delle regole della Giunta delle elezioni a cominciare da domani.

Il Pdl, in sostanza, chiede al Pd di rallentare i lavori fino alla pronuncia di Strasburgo, per la quale, però, potrebbero volerci mesi. Tutto tempo preziosissimo per l’Italia che deve uscire dal labirinto e fare le riforme, ma farle davvero, non perdersi nei problemi della politica che cerca di salvare se stessa invece del Paese che rappresenta.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO