Governo, via alla "crescita": dl sviluppo da 80 mld

Il Consiglio dei ministri ha dato via libera al decreto sviluppo, contenente la terapia per la crescita del Paese. Tagli a Palazzo Chigi e al ministero economia. Soppressi Monopoli e Agenzia del Territorio. Monti: «E' un corpo organico e robusto». Passera: «L'insieme delle norme contenute nel decreto mobiliterà risorse fino a 80 miliardi».

Queste nel dettaglio le misure che dovrebbero confluire nel decreto:

Taglio del personale del ministero Economia e Finanze
Taglio del 20% degli organici dirigenziali della presidenza del Consiglio dei ministri e del Ministero dell'Economia e del 10% per gli altri organici.

Dismissioni, soppressi Agenzia del Territorio e Monopoli di Stato: L'importo complessivo delle vendite immobiliari «presumibilmente si aggirerà intorno ai 10 miliardi che sarà utilizzato a riduzione del debito ivi compreso quello derivante dal debito commerciale a favore delle imprese». Monopoli e Agenzia del Territorio verranno soppressi. Le attività dell'agenzia del territorio verranno trasferite all'Agenzia delle entrate che si occuperà così delle entrate tributarie derivanti sia dal reddito che dal patrimonio.

Fondo per la crescita: arriva il Fondo per la crescita sostenibile che abroga circa 43 forme di agevolazioni e incentivi alle imprese preesistenti.

Bonus ricerca: credito d'imposta del 35%, con limite massimo di 200 mila euro, per l'assunzione di nuovi dipendenti altamente qualificati.

Bonus ristrutturazioni: il bonus per le ristrutturazioni edilizie sale dal 36 al 50% con un tetto di spesa di 96mila euro ma solo fino al 30 giugno 2013.

Bonus energia: per le spese di riqualificazione energetica degli edifici sostenute dall'1 gennaio al 30 giugno 2013 la detrazione scende dal 55% al 50.

Imu, esenti immobili invenduti: esenti dall'Imu per massimo tre anni i fabbricati costruiti dalle imprese e destinati alla vendita.

Ritorna Iva su cessioni e locazioni: l'Iva verrebbe ripristinata per le cessioni e le locazioni di nuovi immobili rimasti invenduti.

Polizze assicurative: armonizzazione del prelievo fiscale sulle polizze emesse da compagnie estere e italiane con l'ipotesi di estendere alle prime l'obbligo del prelievo annuo a titolo di acconto dello 0,35%.

Minibond per pmi: possibilità per le società di capitale di emettere cambiali finanziarie e obbligazioni per consentire il finanziamento con scadenze comprese tra 30 giorni e 18 mesi. L'emissione deve essere assistita da uno sponsor.

Moratoria rate imprese: moratoria di un anno alle imprese beneficiarie di finanziamenti agevolati concessi dal ministero dello Sviluppo economico a valere sul Fondo per l'innovazione tecnologica.

Aree di crisi complessa: in arrivo progetti di riconversione e riqualificazione delle aree di crisi complessa modificando la normativa dei vecchi accordi di programma.

Obbligo pubblicazione web dati P.a: obbligo di pubblicazione sul web delle somme erogate oltre 1.000 euro, per forniture e consulenze, dalla pubblica amministrazione alle imprese.

Crisi aziendali, cambia il concordato preventivo: consentito l'accesso alle forme di protezione in via anticipata. L'impresa può presentare la domanda di concordato riservandosi di presentare solo in un secondo momento la proposta, il piano e la documentazione.

Srl semplificata: estesa anche agli over 35.

Infrastrutture e trasporti project bond: project bond con trattamento fiscale agevolato riconosciuto ai titoli di stato (ritenuta al 12,5%) per la costruzione di nuove opere; estensione dell'ambito di applicazione della defiscalizzazione a tutte le opere realizzate in partneriato pubblico-privato; elevata al 60% la quota di lavori che i concessionari autostradali titolari di concessione assentite prima del 30 giugno 2002 sono tenuti ad affidare a terzi.

Piano nazionale città: nuovo strumento per la realizzazione di interventi e la riqualificazione delle aree urbane degradate con la costruzione di parcheggi, scuole e alloggi.

Porti: destinata alle infrastrutture portuali parte dell'Iva e delle accise (1%) in esse prodotte, nel limite di 70 milioni di euro l'anno.

Infrastrutture energetiche: ultima parola a Palazzo Chigi per la realizzazione delle infrastrutture energetiche in caso di stop da parte delle regioni nonostante tutte le altre autorizzazioni.

Proroga decreto taxi: prorogata al 31 dicembre 2012 l'emanazione del decreto contenente le disposizioni attuative per impedire pratiche di esercizio abusivo dei taxi e del servizio di noleggio con conducente.

Processi: fissata a 6 anni la durata massima dei processi: 3 anni in primo grado, 2 in appello, 1 in Cassazione. Per ogni anno in più ci sarà un indennizzo tra i 500 e i 1.500 euro.

Proroga Sistri a dicembre: prorogata al 31 dicembre l'entrata in vigore del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO