Siria, Assad a Fox Tv: "Abbiamo le armi chimiche, ma non le usiamo e le distruggeremo"

In un'intervista senza restrizioni sulle domande, Bashar Al Assad dice che la Siria subisce attacchi da parte di jihadisti vicini ad Al Qaeda.

Bashar Al Assad esce allo scoperto con i media americani rilasciando un'intervista esclusiva a Fox News in cui parla chiaramente delle armi chimiche di cui la Siria è in possesso, specificando che le forze governative non le hanno mai usate e non sono dunque responsabili dell'attacco chimico nei dintorni di Damasco del 21 agosto 2013 né di altre operazioni di questo tipo.

Il Rais ha inoltre manifestato l'intenzione di procedere alla distruzione dell'arsenale di armi chimiche, ma ha anche spiegato che si tratta di un'operazione tecnicamente molto complicata e costosa, ci vuole almeno un anno, forse un po' di più o forse meno, e circa un miliardo di dollari, perché è molto pericolosa per l'ambiente.

Assad ha anche spiegato la situazione siriana dal suo punto di vista, chiarendo che nella sua terra non è in corso una guerra civile, ma è in atto un continuo attacco da parte di decine di migliaia di jihadisti di 80 diverse nazionalità e che per l'80-90% sono legati all'ideologia di Al Qaeda, il movimento paramilitare e terroristico fondato da Osama Bin Landen.

Il presidente siriano è sicuro che siano stati gli insorti di ispirazione qaedista i responsabili degli attacchi terroristici, degli assassinii e degli attentati suicidi che hanno provocato la morte di almeno 15mila soldati lealisti e di decine di migliaia di civili siriano e che siano loro ad aver usato le armi chimiche.

L'intervista, introdotta da Bret Baier, è stata condotta da Dennis Kucinich affiancato da Greg Palkot senza restrizioni sulle domande. È stata effettuata martedì 17 settembre e trasmessa ieri senza interruzioni pubblicitarie per una durata di circa un'ora.

Durante il colloquio con i giornalisti, Assad si è anche rivolto al presidente degli Stati Uniti Barak Obama, invitandolo ad ascoltare il "buon senso del suo popolo" che, secondo alcuni sondaggi, è per la maggioranza contrario a un'iniziativa militare in Siria.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO