Ping Pong - botte (e risposte) della campagna elettorale

fdsfCarlo Azeglio Ciampi (ore 12) critica l’Italia in preda al torpore spirituale e culturale. Ore 17: ancora nessuna risposta da nessun politico. Ciampi: “Il nostro Paese appare oggi preda di una sorta di torpore spirituale e culturale. Gli italiani devono risvegliare i valori e gli ideali della storia nazionale traendone slancio e fiducia per conseguire nuovi traguardi”. E i tanto decantati 15 anni della seconda Repubblica con l’alternanza e il bipolarismo?

Walter Veltroni elenca le divisioni della Cdl. Bonaiuti: “Ci copia su tutto:è falso e bugiardo”. Veltroni: “La destra è divisa su tutto. Su Alitalia Fini ha detto sì ad Air France, Bossi no. Sulle pensioni Berlusconi vuole tornare alla legge Maroni e i suoi alleati,Maroni compreso, no. Ognuno dice cose diverse sull’Europa, sulla politica estera e interna. Stanno litigando su tutto”. Bonaiuti replica: “Walter: falso e bugiardo. Ci copia su tutto, prima il programma, adesso copia le nostre accuse, siamo noi ad aver sempre accusato loro di essere divisi su tutto. Perché è caduto Prodi?”. Veltroni è già al suo 56esimo comizio. La Cdl gli ha già dato del falso e del bugiardo più di 100 volte. Non male come esempio di campagna elettorale non “muscolare”e non ingiuriosa.

Pierferdinando Casini accusa Berlusconi e Veltroni di egemonia e di favoritismi. Fini:”Taccia!”. Franceschini: “Panzane!”. Casini: “I veri brogli non sono quelli paventati da Berlusconi ma quelli di queste ore sulla par condicio. I due capi del Pdl e del Pd sono uniti nel voler escludere gli altri dalle pari opportunità e soffocare il centro per poter essere egemoni, senza nessuno che li controlli in Parlamento”. Casini riesce a unire (contro di sé) sia il Pdl che il Pd. Non è poco, di questi tempi.

Marco Boato fuori lista perché “anziano”, costretto a lasciare il posto a una 85enne. Sinistra arcobaleno: “E’ l’unico che difende ancora Prodi”. Boato: “La Sinistra Arcobaleno non ricandida chi, come me, ha più mandati. Poi tante deroghe per il verde Pecoraro Scanio, i rifondaroli Bertinotti e Folena ecc. Il Prc mi ha messo il veto, e in nome del rinnovamento ha proposto Lidia Menapace di 85 anni. Era già un maturo consigliere della Dc negli anni 60, quando io ero ragazzo”. Boato non c’entra e nemmeno la Menapace. Ma la lingua batte dove il dente duole. Viste le liste (di tutti i partiti), oggi più che il nuovo c’è il nuovismo, più della competenza conta l’apparenza, più della professionalità conta l’improvvisazione, più dell’onestà conta la furbizia, più delle idee e dell’intraprendenza contano gli yes men. Mala tempora…

Alessandra Mussolini sostiene la campagna per il voto utile. Storace. “E’ da Oscar!”. Mussolini segretario di Azione Sociale: “Se voti Udc e La destra voti Partito democratico. Chi non vuole la vittoria di Veltroni e della sinistra deve votare solo per il Pdl”. Storace: “E’ da premio Oscar, ripete male le brutte battute del Cavaliere!”. Per l’elettore c’è sempre il teatro dei pupi.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO