Satira: scampagnata elettorale

Allarme nei cattolici del Pd. Un sondaggio dello Demos sostiene che l’elettorato che va a messa la domenica preferisce il Pdl: il 50% voterebbe per Berlusconi e solo il 30% per Veltroni. Inoltre cresce il timore per un possibile intervento esplicito del premier spagnolo Zapatero a favore del segretario Pd proprio negli ultimi giorni di campagna elettorale. Dal loft smentiscono precipitosamente: “Non ci sarà nessuna entrata in scena dalla Spagna”. Darsi lo Zapatero sui piedi

Si è aperta due giorni fa a San Paolo del Brasile la campagna elettorale del Partito democratico in America Latina. Presenti centinaia di simpatizzanti ed elettori insieme a molte autorità politiche e amministrative brasiliane. Atteso presto uno show di Veltroni in slip verde-oro che palleggia sulla sabbia di Ipanema. Berlusconi risponderà con un comizio dal Corcovado. A ritmo di Bossi-nova

Roberto Calderoli attacca l'ex sindaco di Roma: “Ha una tal nostalgia della Capitale che anche quando viene al Nord si porta le comparse di Cinecittà a fare le truppe cammellate”. Replica cinematografica del leader Pd a Novara: “Io non vedo nessuna persona vestita da antico romano o da cow-boy. La politica italiana è piena di doppiezza. Penso a quelli che il lunedì parlano di secessione e al martedì sera li ritrovi tutti al ristorante a Roma”. Bucatini alla padana

Violenze in Tibet: Gianni Alemanno si smazza per promuovere l’idea di un possibile boicottaggio delle Olimpiadi. Poi arriva Gianfranco Fini e tronca: “Se il primo a negare il boicottaggio è il Dalai Lama, vuol dire che discutere su questa ipotesi è sbagliato”. Vieni avanti Pechino

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO