Decreto sul femminicidio: arriva il braccialetto anti-stalker

Gli emendamenti al vaglio delle commissioni Affari costituzionali e Giustizia della Camera rendono ancora più severa la disciplina rispetto alla prima versione

Arriva il braccialetto anti-stalker e il via libera per le intercettazioni telefoniche. Gli emendamenti al Decreto sul femminicidio all’esame delle commissioni Affari costituzionali e Giustizia della Camera rendono ancora più severa la disciplina rispetto alla prima versione.

Dunque, grazie al primo emendamento al Dl, allo stalker allontanato dalla casa della vittima può essere applicato l’articolo 275 bis del codice di procedura penale che prevede che il giudice possa sottoporre il soggetto pericoloso a “controllo mediante mezzi elettronici o altri strumenti tecnici”. Le intercettazioni telefoniche vengono estese allo stalking, in modo che la magistratura abbia maggiori strumenti per intervenire con tempestività in caso di minacce.

Nel giro di vite è prevista anche l’irrevocabilità della querela per stalking in caso di minacce gravi e un’aggravante per i reati di violenza commessi ai danni o in presenza di minori o donne incinte.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO