Ping Pong: botte (e risposte) della giornata politica

Leggi e commenta la Top News

Sondaggi: fuga di voti dal Pd verso Di Pietro. Exploit del Pdl. Sempre più fiducia nel Governo. Frattini il ministro più amato. Bene la Lega. Calano Udc e Destra. Berlusconi: “gli italiani sono con me”. Veltroni: “Dopo Piazza Navona c’è più chiarezza. Fatichiamo a recuperare, ma presto ci sarà la svolta”. Di Pietro: “Basta bavagli e alleanze che frenano: noi siamo la vera opposizione”. Bossi: “Abbiamo il vento in poppa”. Ma il 60% delle famiglie si sente povero (fonte Isae).

Il nostro commento. L’Istituto Dinamiche per Affaritaliani offre con i suoi sondaggi in “tempo reale” materiale su cui discutere. Ma i numeri sembrano riflettere il “clima” che si respira nel Paese. Indicativa la pagella sui ministri: al primo posto c’è Franco Frattini (Esteri) con il 61%, seguito da Roberto Maroni (Interno) con il 58%, poi Renato Brunetta (Pubblica Amministrazione) e Giorgia Meloni (Politiche giovanili) con il 55%. Il ministro meno amato è Elio Vito (Rapporti con il Parlamento) con il 33%. Le donne sono in posizione intermedia. La fiducia nel governo è al 54%. Le intenzioni di voto rispetto ai partiti. Pd è al 30% (33,2% alle politiche), Idv al 6,2%. Il Pdl è al 40,1% (37,4% alle politiche), Lega nord all’8,7 (8,3%), Udc al 5,2 (5,6%), Sinistra radicale al 4,1% (3,3%), Destra sotto il 2%, socialisti allo 0,8%. Gli italiani vogliono che il governo governi. Ma vogliono anche una opposizione vera. Di qui il passaggio di voti dal Pd all’Idv. Il sondaggio rileva che il caro-vita è il problema più sentito adesso dagli italiani. Poi c’è sempre il nodo sicurezza. Resta bassa la fiducia sulla capacità della politica di cambiare la situazione. Il 60% delle famiglie si sente povero.

Fabrizio Cicchitto: “Sono dati confortanti. Ma il governo si trova davanti montagne di problemi. La crisi morde. Non promettiamo miracoli. Ma i primi risultati si vedono. La gente ci dà fiducia”.

Emma Mercegaglia: “Siamo molto preoccupati: c’è una caduta pesante della produzione. Governo e partiti non stanno facendo tutto il possibile. Siamo molto critici per il ritorno alla politica dello scontro. Ci vogliono fatti”.

Antonello Soro: “Tutto cresce in negativo, dal debito pubblico, ai prezzi, all’inflazione. Calano invece i consumi, i salari, il potere d’acquisto. E Berlusconi fa lavorare il governo solo per problemi personali. Gli italiani sono disorientati, anche per limiti dell’opposizione”.

Lanfranco Turci: “Sono dati che riflettono una situazione paradossale con Berlusconi che riesce a dimostrare il contrario di quello che fa. Ma è colpa del Pd se l’opposizione è così debole”.

Paolo Gentiloni: “Noi rutelliani spingeremo Velrtoni a posizionare il Pd verso il centro. Questi dati devono farci riflettere”.

Antonio Di Pietro: “Noi dell’Idv abbiamo una grande responsabilità, far capire agli italiani cosa sta succedendo e organizzare l’opposizione”.

Umberto Bossi: “Non mi accontento mai dei sondaggi. Io sento il polso della gente direttamente. E la gente è con noi, ma vuole anche più risultati. La Lega è al governo per questo”.

Dario Franceschini: “Stiamo lavorando per il rilancio del Pd. In autunno la situazione sarà molto diversa. Tutti i nodi verranno al pettine e Berlusconi mostrerà il suo vero volto. Gli italiani resteranno molto delusi e volteranno le spalle al governo. Si sentiranno traditi da Berlusconi”.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO