Amnistia. Napolitano contro il M5S: «Se ne frega dei problemi del paese». I grillini: «Si dimetta»

Il premier Letta plaude al Colle, la Lega Nord è contraria


Durissima replica del Capo dello Stato al Movimento 5 Stelle, che aveva accusato Napolitano (e il Pd) di orchestrare un salvacondotto giudiziario per Berlusconi mascherandolo da amnistia.

C'è chi ha un pensiero fisso e se ne frega dei problemi della gente. E ciò vale per chi pensa che l'amnistia sia solo pro-Berlusconi. Quelli che dicono così non sanno quale tragedia è quella delle carceri.

Dura la controreplica del vicepresidente della Camera Luigi Di Maio


Il collega di partito Manlio di Stefano chiede invece le dimissioni del Capo dello Stato

Le reazioni politiche alle parole di Napolitano


Cominciano a fioccare le reazioni politiche alle parole di Giorgio Napolitano, che con un messaggio alle Camere ha chiesto l'immediato intervento sul sistema carcerario, e cioè l'amnistia o in subordine l'indulto. Parole che hanno suscitato un coro di consensi, ma anche diverse contrarietà e altrettanti distinguo.

Il primo a esprimersi è stato il premier Letta, che ha giudicato il messaggio di Napolitano "ineccepibile".

Se è vero che il grado di civiltà di una nazione si misura dal livello delle proprie prigioni, l'attuale situazione mortifica la dignita' dei detenuti e, con loro, dell'Italia intera. Le parole di Napolitano, che interpretano al meglio il dettato e lo spirito della Costituzione, indicano la strada per riscattarci.


ha spiegato il capo del governo, garantendo l'impegno dell'esecutivo, per quanto di sua competenza a facilitare il compito del Parlamento.

Anche Scelta Civica, e poi il ministro della Giustizia Cancellieri si sono espressi a favore del provvedimento di clemenza e hanno invitato i partiti ad agire subito.

Ma tra le voci contrarie, spicca quella del Movimento 5 Stelle, che vede nel messaggio di Napolitano – e nell'immediata reazione favorevole dl Pd – l'annuncio che si sta cominciando a lavorare al salvacondotto giudiziario per Silvio Berlusconi.

Sulla sua pagina Facebook, il deputato grillino Alessandro di Battista non ha risparmiato dure accuse al Capo dello Stato.

Le parole che ci fanno rabbrividire (ripeto, in questo momento storico) sono indulto e soprattutto amnistia! Un ricattatore professionista come B. non torna mai a mani vuote, vedremo e valuteremo nelle prossime ore la portata del messaggio del capo dello Stato

Contrari, ma per motivi diversi i leghisti, per bocca di Roberto Maroni:

Il problema del sovraffollamento carcerario si risolve costruendo nuove carceri e non rimettendo in libertà decine di migliaia di delinquenti

A favore, ma con distinguo, Maurizio Gasparri del Pdl, che usa le stesse argomentazioni del M5S ma ovviamente da un punto di vista opposto:

Il discorso di Napolitano? Mi farò dare il testo scritto e lo leggerò con attenzione,ma posso fin da ora dire che se servirà per un discorso di pacificazione nazionale noi ci staremo. Se invece servirà per far uscire solo dei 'tagliagole' o piccoli criminali voteremo contro

Insomma, o la clemenza riguarderà anche Berlusconi (e magari non solo lui) oppure non se ne farà niente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO