M5S fa ostruzionismo sul ddl costitutuzionale. Gasparri "censura" Dario Fo (video)


Missione compiuta. I 50 senatori del Movimento 5 Stelle sono riusciti a far slittare il voto finale sul ddl costituzionale alla prossima settimana, precisamente a mercoledì 23 ottobre.
Con una strategia concordata, i senatori pentastellati hanno preso la parola per 20 minuti ciascuno a Palazzo Madama, in sede di discussione generale. Gli interventi-fiume hanno avuto l'effetto di impedire la votazione prevista per oggi.
Questa iniziativa è stata definita "costruzionismo", in risposta all'accusa di ostruzionismo, lanciata dai senatori della maggioranza.

Il rinvio del voto è stato accolto positivamente non solo dai grillini, ma anche da Sinistra Ecologia e Libertà. La senatrice De Petris, del partito di Vendola, ha sottolineato come la maggioranza, composta da Pd, Scelta Civica e Pdl, stia tentando in tutti i modi di forzare i tempi "per stravolgere le pietre angolari della costituzione".

Ricordiamo che in ballo c'è l'approvazione del ddl costituzionale 813-b,che assegna ad un comitato di 42 parlamentari (20 senatori e 20 deputati, più i presidenti delle commissioni Affari costituzionali) il compito di riscrivere i titoli I, II, III e V della seconda parte della Costituzione. Questi sono rispettivamente inerenti al ruolo di Parlamento, Presidente della Repubblica, Governo, Regioni, Province e Comuni. Per forzare i tempi, il ddl prevede anche la revisione dell'articolo 138 della costituzione: l'obiettivo è quello di dimezzare da tre mesi a 45 giorni l’intervallo tra le due letture con cui Camera e Senato approveranno la futura legge di riforma.

La giornata si è conclusa con una polemica tra 5 stelle e presidente di turno, Maurizio Gasparri. Il senatore Bruno Marton, durante il suo intervento, ha prima citato Dario Fo in merito alla “Costituzione più bella del mondo” e poi ha cercato di diffondere tramite il microfono una registrazione del nobel per la letteratura. Gasparri lo ha subito interrotto, ricordando al senatore che certe azioni non sono previste dal regolamento ed ha aggiunto: "Se vuole continui il suo intervento, ma non siamo a Radio campo base". Marton ha reagito: "si vergogni a togliere la parola a un premio Nobel!"

Ecco il video dello scontro Gasparri- Marton

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO