Napolitano difende la manovra, ma mette dei paletti: "Sì al coraggio, no all'incoscienza"

Il Presidente della Repubblica è intervenuto al convegno dei giovani di Confindustria con una videointervista.

Anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è intervenuto sulla questione della legge di stabilità che in questi giorni è al centro della scena politica italiana. Il Capo dello Stato, in una videointervista fatta vedere durante il convegno dei giovani di Confindustria questa mattina a Napoli, ha fatto capire qual è la sua posizione su questo tema.

Napolitano in pratica invita all'unità e alla collaborazione e dice che l'atteggiamento critico va bene, ma solo se è propositivo e consapevole dei "vincoli e condizionamenti oggettivi che non si possono aggirare". L'Italia deve in pratica tenere conto del fatto che non deve rischiare di ricadere nell'infrazione per deficit eccessivo da cui è appena uscita, altrimenti, non preoccuparsi di questo paletto sarebbe una prova di incoscienza e non di coraggio.

Il Presidente ha anche aggiunto che è necessario che tutte le forze sociali, culturali e politiche italiane diano fiducia al Paese affinché torni a crescere sia al Nord sia al Sud, altrimenti se crescesse solo il Nord non si andrebbe troppo lontano.
Napolitano ha anche cercato di infondere un po' di ottimismo ricordando ai giovani imprenditori che l'Italia ha superato momenti anche più difficili di questo e che dunque può rialzarsi anche questa volta e ritrovare la sua capacità di sviluppo industriale oltre che economico.

Per quanto riguarda il tema dei giovani e del lavoro che per loro è sempre più difficile da trovare, il Capo dello Stato ha detto che serve capire quel è il modo migliore per configurare un'operazione di "smantellamento di questa specie di corsa a ostacoli" con cui i giovani che vogliono diventare imprenditori si ritrovano ad avere a che fare ogni giorno.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO