Privatizzare i parchi nazionali? No grazie. Mario Tozzi contro il ministro Stefania Prestigiacomo


Quel giornalista che conduce il programma Gaia, che gira con un martello da geologo anche quando prende la metropolitana, che è pure geologo e Primo ricercatore del Consiglio nazionale delle ricerche, si chiama Mario Tozzi.

Il Tozzi in questione non ha gradito per niente l'ipotesi avanzata dal ministro per l'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, di affidare ai privati la gestione dei parchi nazionali italiani: I parchi sono i gioielli di famiglia, almeno quanto lo sono i monumenti e i capolavori di un Paese che un tempo era chiamato il giardino d'Europa. Se portano sviluppo economico va benissimo e tutti gli uomini e le donne che vi lavorano concorrono a questo scopo. Ma se non lo portano vanno mantenuti e finanziati ugualmente, perché qui non sono in discussione solo i prezzi, ma anche i valori, per la difesa dei quali i parchi sono gli ultimi baluardi.

In realtà non c'è molto di cui stupirsi: mettere la Prestigiacomo all'ambiente è stata una scelta ad oggi incomprensibile e infatti l'unico atto che è riuscita ad ipotizzare in 4 mesi è di sbolognare i Parchi ai privati per fare cassa. Un ragionamento da commercialista, più che da ministro, che sembra partire dalla completa ignoranza di cosa sia un Parco nazionale e di quale sia la sua funzione.

Aspettiamo con ansia la proposta di far pagare le tasse alle marmotte...

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO