Datagate: Germania e Brasile chiedono risoluzione Onu

I due Paesi sono infuriati per le intercettazioni ai propri leader e chiedono che i 193 membri delle Nazioni Unite proteggano la privacy.

Contro le intercettazioni

Diritto alla privacy. Germaniae Brasile hanno chiesto all'Assemblea generale delle Nazioni Unite una risoluzione per questo diritto imprescindibile. Anche nel'era digitale. La notizia è della Bbc online e naturalmente si riferisce in particolare al Datagate e agli spioni americani.

Nella bozza di risoluzione si chiede la fine dell'eccessiva sorveglianza elettronica, sostenendo che la raccolta illegale di dati personali "costituisce un atto altamente invadente". I due Paesi sono tra i più furiosi per le rivelazioni, arrivate da Edward Snowden, sui loro leader intercettati a più riprese dagli Stati Uniti.

Nella bozza di risoluzione non vengono nominati i singoli Paesi. Sarà una commissione dell'Assemblea generale dell'Onu, incentrata sui diritti umani, a esaminarla. Si chiede ai 193 Paesi membri di dichiararsi "profondamente preoccupati per le violazioni dei diritti umani e gli abusi che possono derivare dalla condotta di qualsiasi sorveglianza delle comunicazioni".

Gli abusi comprendono "la sorveglianza delle comunicazioni extraterritoriali, la loro intercettazione così come la raccolta di dati personali, in particolare il ricorso massiccio a controlli e intercettazioni". La bozza sarà votata a fine novembre e invita, infine, tutti i Paesi a proteggere il sacrosanto diritto alla privacy, garantito dal più alto diritto internazionale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO