No Tav - Brucia il presidio di Vaie

Ancora una volta un presidio degli attivisti prende fuoco. Nessun ferito, il movimento accusa: «Fuoco per mano dolosa e mafiosa»

No Tav - Brucia il presidio di Vaie

Vaie, Valle di Susa. Nella notte è andato distrutto dal fuoco il presidio No Tav del comune valsusino.

Sul sito del movimento si legge un comunicato durissimo, che fra l'altro annuncia una conferenza stampa per questa mattina, 2 novembre 2013. Nel comunicato si spiega:

Questa notte, venerdì 1 novembre 2013, il presidio no tav di Vaie ha subito un attentato incendiario. Il fuoco per mano dolosa e mafiosa è stato appiccato in modo vigliacco nella parte posteriore e nascosta del presidio. Nonostante il rapido intervento dei no tav di Vaie e successivamente dei vigili del fuoco il presidio è stato completamente distrutto. Per un puro caso questa notte il presidio era vuoto. Alcuni ragazzi no tav di Pesaro in questi giorni avrebbero dormito proprio in questo presidio ma per un impegno improvviso avevano rinunciato al loro viaggio in valle di Susa. Oltre al presidio distrutto si sarebbero potuti quindi avere danni molto più gravi e irreparabili.

Non è la prima volta che accade.

Il 24 gennaio 2010 un incendio aveva distrutto il presidio di un altro comune della valle, Borgone. Nel novembre 2010 toccava al presidio di Bruzolo.

Come noto, il movimento No Tav rappresenta una delle poche sacche di resistenza rimaste nel nostro paese. Una resistenza contro un modello di sviluppo, non solo contro una grande opera.

La foto è tratta da Notav.info

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO