M5S denuncia: Cancellieri ha pagato il debito di suo figlio che ha avuto una liquidazione milionaria dai Ligresti

Il Movimento Cinque Stelle pubblica sul blog la mozione di sfiducia presentata contro il ministro Cancellieri preceduta da un commento di Beppe Grillo.

Come aveva annunciato ieri, il Movimento Cinque Stelle presenta una mozione di sfiducia contro il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri per il suo coinvolgimento nella scarcerazione di Giulia Ligresti e pubblica l'intero testo sul blog di Beppe Grillo riportando prima del contenuto della mozione un breve commento del comico ligure che fa notare come mentre Josefa Idem si sia dimessa dal ruolo di ministro per le Pari Opportunità e lo Sport in dieci giorni per non aver pagato l'Ici, dubita invece fortemente che la Cancellieri si dimetta. Il motivo è che la guardasigilli fa parte, secondo Grillo, di "quel mondo composto da politici, banchieri, istituzioni, finanzieri" e che "inestricabile come una foresta pietrificata".

Su questo caso il leader del M5S chiama in causa il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il Presidente del Consiglio Enrico letta, dicendo che non intervengono perché "hanno paura di essere travolti e credono che il silenzio li salverà, ma sono già condannati".

Nella mozione dei pentastellati contro Cancellieri viene ricostruita la vicenda dell'arresto e poi della scarcerazione di Giulia Ligresti e viene anche evidenziato l'interessamento de ministro per la sua situazione tirando in causa anche il rapporto che il guardasigilli ha da tempo con la famiglia proprietaria della Fonsai per la quale ha lavorato suo figlio, Piergiorgio Peluso, dal maggio del 2011 per un anno come direttore generale della compagnia assicurativa Fondiaria Sai, ottenendo poi una buonuscita di 3,6 miliari di euro grazie alla clausole inserite nel suo contratto in base alle quali poteva dimettersi con giusta causa e incassare l'equivalente di tre annualità in caso di cambio di controllo o di dimensionamento dell'azienda.

Per questo motivo il M5S definisce l'intromissione della Cancellieri nella questione della detenzione di Giulia Ligresti come "il pagamento di un debito a fronte di un guadagno percepito dal figlio".

Vengono citate, nella mozione, anche delle intercettazioni con protagonista proprio Giulia Ligresti che commentando con un'amica la liquidazione di Piergiorgio Peluso la definiva un'ingiustizia perché invece avrebbero dovuto chiedergli i danni, ma il Cda ha approvato all'unanimità la liquidazione milionaria nonostante secondo lei avesse distrutto la compagnia per poi andare in Telecom.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO